• Franco Ribaudo 56 anni, si dichiara democratico e progressista, di professione impiegato è diplomato, sposato e padre di tre figlie. Fin  da giovane  ha militato da protagonista nella F.I.G.C. e ha intrapreso da subito l’attività sindacale nel territorio della provincia di Palermo sotto la sigla della C.G.I.L. di cui fa parte ancora oggi. Dal 1994-98 è stato consigliere provinciale per la lista Alleanza dei Progressisti, un esperienza importantissima per la sua formazione politica che lo ha visto collaborare al progetto politico del Presidente della Provincia Puccio e della sua giunta. Punto di riferimento politico-sindacale nel territorio della provincia, nel 2008 viene eletto Sindaco del Comune di Marineo,  dove  ha intrapreso un processo di cambiamento ed innovazione,  attuando politiche ambientali  e di valorizzazione dei beni storici – architettonici – culturali del proprio territorio. Marineo  infatti è uno dei pochi  comuni della sicilia che ha superato il 66% di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta aderendo inoltre alla Strategia Rifiuti Zero 2020 ideata da Paul Connett, professore emerito di chimica ambientale presso la St. Lawrence University di New York. Durante l’anno, sono diversi gli eventi e le manifestazioni […]

    Biografia

    Franco Ribaudo 56 anni, si dichiara democratico e progressista, di professione impiegato è diplomato, sposato e padre di tre figlie. Fin  da giovane  ha militato da protagonista nella F.I.G.C. e ha intrapreso da subito l’attività sindacale nel territorio della provincia di Palermo sotto la sigla della C.G.I.L. di cui fa parte ancora oggi. Dal 1994-98 è stato consigliere provinciale per la lista Alleanza dei Progressisti, un esperienza importantissima per la sua formazione politica che lo ha visto collaborare al progetto politico del Presidente della Provincia Puccio e della sua giunta. Punto di riferimento politico-sindacale nel territorio della provincia, nel 2008 viene eletto Sindaco del Comune di Marineo,  dove  ha intrapreso un processo di cambiamento ed innovazione,  attuando politiche ambientali  e di valorizzazione dei beni storici – architettonici – culturali del proprio territorio. Marineo  infatti è uno dei pochi  comuni della sicilia che ha superato il 66% di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta aderendo inoltre alla Strategia Rifiuti Zero 2020 ideata da Paul Connett, professore emerito di chimica ambientale presso la St. Lawrence University di New York. Durante l’anno, sono diversi gli eventi e le manifestazioni […]

  •   CAMERA DEI DEPUTATI XVII LEGISLATURA 603^ SEDUTA PUBBLICA MERCOLEDÌ 6 APRILE 2016 – ORE 9,30 ORDINE DEL GIORNO (ore 9,30 e ore 16,15) Seguito della discussione delle mozioni Ruocco ed altri n. 1-01140, Brunetta ed altri n. 1-01206, Peluffo ed altri n. 1-01208, Paglia ed altri n. 1-01209, Buttiglione ed altri n. 1-01211, Rampelli ed altri n. 1-01212, Caparini ed altri n. 1-01213, Vezzali e Monchiero n. 1-01214 e Civati ed altri n. 1-01215 concernenti presupposti e modalità di riscossione del canone di abbonamento per la detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive (vedi allegato). Seguito della discussione dei progetti di legge: MANLIO DI STEFANO ed altri: Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica ceca sulla cooperazione in materia di cultura, istruzione, scienza e tecnologia, fatto a Praga l’8 febbraio 2011. (C. 2004-A) Relatore: GIANLUCA PINI. S. 1945 – Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo federale della Repubblica di Somalia in materia di cooperazione nel settore della difesa, fatto a […]

    Agenda e Diretta

      CAMERA DEI DEPUTATI XVII LEGISLATURA 603^ SEDUTA PUBBLICA MERCOLEDÌ 6 APRILE 2016 – ORE 9,30 ORDINE DEL GIORNO (ore 9,30 e ore 16,15) Seguito della discussione delle mozioni Ruocco ed altri n. 1-01140, Brunetta ed altri n. 1-01206, Peluffo ed altri n. 1-01208, Paglia ed altri n. 1-01209, Buttiglione ed altri n. 1-01211, Rampelli ed altri n. 1-01212, Caparini ed altri n. 1-01213, Vezzali e Monchiero n. 1-01214 e Civati ed altri n. 1-01215 concernenti presupposti e modalità di riscossione del canone di abbonamento per la detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive (vedi allegato). Seguito della discussione dei progetti di legge: MANLIO DI STEFANO ed altri: Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica ceca sulla cooperazione in materia di cultura, istruzione, scienza e tecnologia, fatto a Praga l’8 febbraio 2011. (C. 2004-A) Relatore: GIANLUCA PINI. S. 1945 – Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo federale della Repubblica di Somalia in materia di cooperazione nel settore della difesa, fatto a […]

  • Segreteria Politica PALERMO: Via Costantino Lascaris, 40 Telefono 091 6622282 cell. +39 334 8809224 e-mail. segreteriaribaudo@gmail.com Visualizzazione ingrandita della mappa   MARINEO: via Lo Pinto, 1 – 90035 cell. +39 334 8809224 e-mail. segreteriaribaudo@gmail.com   Visualizzazione ingrandita della mappa ROMA: tel. +39 06.6760 4934/4649 fax. +39 06.6760 4851         E-mail e profili personali:  e-mail: ribaudo_f@camera.it  twitter: @FrancoRibaudo  facebook: /ribaudofr       Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Segreteria politica & Contatti

    Segreteria Politica PALERMO: Via Costantino Lascaris, 40 Telefono 091 6622282 cell. +39 334 8809224 e-mail. segreteriaribaudo@gmail.com Visualizzazione ingrandita della mappa   MARINEO: via Lo Pinto, 1 – 90035 cell. +39 334 8809224 e-mail. segreteriaribaudo@gmail.com   Visualizzazione ingrandita della mappa ROMA: tel. +39 06.6760 4934/4649 fax. +39 06.6760 4851         E-mail e profili personali:  e-mail: ribaudo_f@camera.it  twitter: @FrancoRibaudo  facebook: /ribaudofr       Mi piace:Mi piace Caricamento…

ARTICOLI
  • Roma 2 Ottobre – “Lo scorso 28 settembre è stato approvato definitivamente al Senato il disegno di legge ‘Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni’.  Meglio conosciuta come legge che tutela i piccoli comuni, istituisce un fondo per lo sviluppo strutturale per i borghi con meno di cinquemila abitanti.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo. “L’obiettivo – aggiunge – è quello di ripopolare, o quanto meno di frenare l’abbandono dei paesi, specialmente delle aree interne; paesi che, dal 1971, hanno visto ridursi il numero di residenti anche più del 20 per cento. I 5.591 Comuni interessati dal provvedimento occupano il 54 per cento del suolo italiano e rappresentano il 69 per cento del totale dei municipi. È previsto, tra il 2017 ed il 2023, uno stanziamento di cento milioni di euro da parte del Governo Nazionale.  Per l’utilizzo delle risorse saranno stilati un piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni e un elenco di interventi prioritari. La legge […]

    Ribaudo (Pd): “Approvata la legge per valorizzare i piccoli comuni attraverso nuove risorse e semplificazioni”

    Roma 2 Ottobre – “Lo scorso 28 settembre è stato approvato definitivamente al Senato il disegno di legge ‘Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni’.  Meglio conosciuta come legge che tutela i piccoli comuni, istituisce un fondo per lo sviluppo strutturale per i borghi con meno di cinquemila abitanti.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo. “L’obiettivo – aggiunge – è quello di ripopolare, o quanto meno di frenare l’abbandono dei paesi, specialmente delle aree interne; paesi che, dal 1971, hanno visto ridursi il numero di residenti anche più del 20 per cento. I 5.591 Comuni interessati dal provvedimento occupano il 54 per cento del suolo italiano e rappresentano il 69 per cento del totale dei municipi. È previsto, tra il 2017 ed il 2023, uno stanziamento di cento milioni di euro da parte del Governo Nazionale.  Per l’utilizzo delle risorse saranno stilati un piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni e un elenco di interventi prioritari. La legge […]

    Continue Reading...

  • FI0602 Delega al Governo per l’istituzione del catasto del suolo A.C. 2999 Contenuto La proposta di legge delega il Governo a revisionare l’archivio cartografico e l’archivio censuario del catasto dei terreni, che viene ridenominato “catasto del suolo”. Tra le caratteristiche del “catasto del suolo”, la proposta prevede le seguenti: la caratterizzazione, nell’ambito della revisione del foglio di mappa, delle particelle catastali con riferimento allo stesso tipo di suolo e all’omogeneità della risposta produttiva per la stessa coltura o destinazione d’uso; l’accorpamento delle particelle adiacenti, se il fondo presenta identiche condizioni ambientali e territoriali; l’accesso libero e aperto a tutte le cartografie disponibili; l’integrazione delle informazioni contenute nel certificato catastale con dati di natura ambientale, climatologica etc; la disciplina specifica per l’inserimento dei dati ambientali e territoriali, che deve essere effettuata da parte di alcune figure professionali. In particolare, il comma 1 dell’articolo unico reca le finalità della delega, che intende valorizzare i servizi del suolo ambientali, sociali, economici e fiscali ed estendere la tracciabilità dei prodotti agricoli o dei loro derivati. Il Governo è dunque delegato ad adottare, entro dodici […]

    Ribaudo (Pd): “Come cambia il catasto del terreno, delega al Governo per l’istituzione del catasto del suolo”

    FI0602 Delega al Governo per l’istituzione del catasto del suolo A.C. 2999 Contenuto La proposta di legge delega il Governo a revisionare l’archivio cartografico e l’archivio censuario del catasto dei terreni, che viene ridenominato “catasto del suolo”. Tra le caratteristiche del “catasto del suolo”, la proposta prevede le seguenti: la caratterizzazione, nell’ambito della revisione del foglio di mappa, delle particelle catastali con riferimento allo stesso tipo di suolo e all’omogeneità della risposta produttiva per la stessa coltura o destinazione d’uso; l’accorpamento delle particelle adiacenti, se il fondo presenta identiche condizioni ambientali e territoriali; l’accesso libero e aperto a tutte le cartografie disponibili; l’integrazione delle informazioni contenute nel certificato catastale con dati di natura ambientale, climatologica etc; la disciplina specifica per l’inserimento dei dati ambientali e territoriali, che deve essere effettuata da parte di alcune figure professionali. In particolare, il comma 1 dell’articolo unico reca le finalità della delega, che intende valorizzare i servizi del suolo ambientali, sociali, economici e fiscali ed estendere la tracciabilità dei prodotti agricoli o dei loro derivati. Il Governo è dunque delegato ad adottare, entro dodici […]

    Continue Reading...

  • Roma 28 settembre – “Sono intervenuto in aula per sollecitare una risposta all’interrogazione (3-03150) sulle graduatorie di circolo e di Istituto di III fascia del personale ATA ormai quasi in aggiorneranno per il triennio 2017-2020. Nello specifico, ho chiesto al Ministro Fedeli come sia possibile che il servizio svolto presso i centri di formazione professionale venga valutato ai docenti e non al personale amministrativo, tecnico ed ausiliario. E’ arrivato il momento di porre fine a questa palese discriminazione.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo. Atto Camera Interrogazione a risposta orale 3-03150 presentato da RIBAUDO Francesco testo di Lunedì 10 luglio 2017, seduta n. 830 RIBAUDO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca . — Per sapere – premesso che: il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca con decreto ministeriale n. 104 del 10 novembre 20111 istituiva le nuove graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia per il personale amministrativo, tecnico ausiliario; ai fini dell’inserimento in graduatoria veniva riconosciuto valido il servizio prestato in scuole statali di ogni ordine e […]

    Ribaudo (Pd): “Graduatorie personale Ata, urgente porre fine a discriminazione su calcolo punteggio”. Leggi il testo dell’interrogazione.

    Roma 28 settembre – “Sono intervenuto in aula per sollecitare una risposta all’interrogazione (3-03150) sulle graduatorie di circolo e di Istituto di III fascia del personale ATA ormai quasi in aggiorneranno per il triennio 2017-2020. Nello specifico, ho chiesto al Ministro Fedeli come sia possibile che il servizio svolto presso i centri di formazione professionale venga valutato ai docenti e non al personale amministrativo, tecnico ed ausiliario. E’ arrivato il momento di porre fine a questa palese discriminazione.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo. Atto Camera Interrogazione a risposta orale 3-03150 presentato da RIBAUDO Francesco testo di Lunedì 10 luglio 2017, seduta n. 830 RIBAUDO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca . — Per sapere – premesso che: il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca con decreto ministeriale n. 104 del 10 novembre 20111 istituiva le nuove graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia per il personale amministrativo, tecnico ausiliario; ai fini dell’inserimento in graduatoria veniva riconosciuto valido il servizio prestato in scuole statali di ogni ordine e […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it LOTTA ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA, SOSTEGNO ALLE IMPRESE ONESTE APPROVATO IL NUOVO CODICE ANTIMAFIA La riforma del Codice Antimafia nasce da una proposta di legge di iniziativa popolare presentata nel 2013 da 120mila cittadini e promossa da diverse associazioni con l’obiettivo di dare maggiore efficacia alle norme sulla gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Dopo discussioni, confronti e audizioni e dopo che il testo originario è stato arricchito dai contributi nelle commissioni Antimafia e Giustizia, la nuova legge rende finalmente organica la normativa antimafia relativa ai beni confiscati e sequestrati. La frammentarietà delle norme e le criticità emerse nel corso degli anni, infatti, portava più del 90% delle imprese sottratte alla criminalità organizzata a fallire dopo la confisca o il sequestro. La nuova legge si muove su un doppio binario: da una parte presenta misure di contrasto sistematico alle organizzazioni criminali per colpirle dritte al cuore, cioè nelle imprese illecite; dall’altra prevede misure economiche di sostegno alle imprese stesse affinché continuino la propria attività anche dopo la confisca o il sequestro. Solo così possiamo tutelare tutte le persone oneste che vi lavorano e smentire l’odiosa convinzione che “la mafia dà lavoro, […]

    Nuovo codice antimafia, lotta alla criminalità organizzata, sostegno alle imprese.

    da deputatipd.it LOTTA ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA, SOSTEGNO ALLE IMPRESE ONESTE APPROVATO IL NUOVO CODICE ANTIMAFIA La riforma del Codice Antimafia nasce da una proposta di legge di iniziativa popolare presentata nel 2013 da 120mila cittadini e promossa da diverse associazioni con l’obiettivo di dare maggiore efficacia alle norme sulla gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Dopo discussioni, confronti e audizioni e dopo che il testo originario è stato arricchito dai contributi nelle commissioni Antimafia e Giustizia, la nuova legge rende finalmente organica la normativa antimafia relativa ai beni confiscati e sequestrati. La frammentarietà delle norme e le criticità emerse nel corso degli anni, infatti, portava più del 90% delle imprese sottratte alla criminalità organizzata a fallire dopo la confisca o il sequestro. La nuova legge si muove su un doppio binario: da una parte presenta misure di contrasto sistematico alle organizzazioni criminali per colpirle dritte al cuore, cioè nelle imprese illecite; dall’altra prevede misure economiche di sostegno alle imprese stesse affinché continuino la propria attività anche dopo la confisca o il sequestro. Solo così possiamo tutelare tutte le persone oneste che vi lavorano e smentire l’odiosa convinzione che “la mafia dà lavoro, […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Disciplina e promozione delle imprese culturali e creative Il nuovo testo della proposta di legge – approvato alla Camera – è finalizzato a rafforzare e qualificare l’offerta culturalenazionale e a promuovere e sostenere l’imprenditorialità e l’occupazione, in particolare giovanile, mediante il sostegno delle imprese culturali e creative. L’articolo 1 stabilisce innanzitutto i requisiti che devono essere posseduti da un’impresa, pubblica o privata, per essere qualificata culturale e creativa. –          avere per oggetto sociale l’ideazione, la creazione, la produzione, lo sviluppo, la diffusione, la conservazione, la ricerca e la valorizzazione o la gestione di prodotti culturali (beni, servizi e opere dell’ingegno inerenti alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, allo spettacolo dal vivo, alla cinematografia e all’audiovisivo, agli archivi, alle biblioteche e ai musei, nonché al patrimonio culturale e ai processi di innovazione ad esso collegati) –           avere sede in Italia, ovvero in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo, purché si abbia una sede produttiva, una unità locale o una filiale in Italia; –           svolgere un’attività stabile e continuativa. L’articolo 2 dispone che, per lo svolgimento delle attività di perseguimento […]

    Disciplina e promozione delle imprese culturali e creative

    da deputatipd.it Disciplina e promozione delle imprese culturali e creative Il nuovo testo della proposta di legge – approvato alla Camera – è finalizzato a rafforzare e qualificare l’offerta culturalenazionale e a promuovere e sostenere l’imprenditorialità e l’occupazione, in particolare giovanile, mediante il sostegno delle imprese culturali e creative. L’articolo 1 stabilisce innanzitutto i requisiti che devono essere posseduti da un’impresa, pubblica o privata, per essere qualificata culturale e creativa. –          avere per oggetto sociale l’ideazione, la creazione, la produzione, lo sviluppo, la diffusione, la conservazione, la ricerca e la valorizzazione o la gestione di prodotti culturali (beni, servizi e opere dell’ingegno inerenti alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, allo spettacolo dal vivo, alla cinematografia e all’audiovisivo, agli archivi, alle biblioteche e ai musei, nonché al patrimonio culturale e ai processi di innovazione ad esso collegati) –           avere sede in Italia, ovvero in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo, purché si abbia una sede produttiva, una unità locale o una filiale in Italia; –           svolgere un’attività stabile e continuativa. L’articolo 2 dispone che, per lo svolgimento delle attività di perseguimento […]

    Continue Reading...

  • Roma 20 Settembre – “Notificato l’obbligo di firma al primo cittadino di Bagheria Patrizio Cinque (M5S), un sindaco che dovrebbe dimettersi già da tempo. Non per l’inchiesta giudiziaria di cui abbiamo avuto notizia in queste ore, sarà la magistratura ad indagare e verificare i reati contestati, ma per il fallimento politico amministravo nella gestione del Comune di Bagheria. Basti pensare che ad oggi non risultano approvati i bilanci degli anni: 2014, 2015, 2016 e 2017. Fosse successo in un altro comune italiano, in una delle regioni a statuto ordinario, sarebbe stato già da tempo commissiarato.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo membro della commissione speciale per le questioni regionali. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Il Sindaco di Bagheria deve dimettersi, avrebbe dovuto farlo da tempo”

    Roma 20 Settembre – “Notificato l’obbligo di firma al primo cittadino di Bagheria Patrizio Cinque (M5S), un sindaco che dovrebbe dimettersi già da tempo. Non per l’inchiesta giudiziaria di cui abbiamo avuto notizia in queste ore, sarà la magistratura ad indagare e verificare i reati contestati, ma per il fallimento politico amministravo nella gestione del Comune di Bagheria. Basti pensare che ad oggi non risultano approvati i bilanci degli anni: 2014, 2015, 2016 e 2017. Fosse successo in un altro comune italiano, in una delle regioni a statuto ordinario, sarebbe stato già da tempo commissiarato.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo membro della commissione speciale per le questioni regionali. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • Atto CameraInterrogazione a risposta in commissione 5-12168 presentato da RIBAUDO Francesco testo di Giovedì 14 settembre 2017, seduta n. 850 RIBAUDO e CULOTTA. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che: nel 2012 sono iniziati i lavori sulla Palermo-Agrigento, ancora oggi non terminati a causa di richieste di varianti, indagini della procura di Termini Imerese, fallimenti di ditte subappaltatrici; il progetto preliminare della Palermo-Agrigento si sviluppa per circa 57,48 chilometri lungo le strade statali 121 e 189 e prevede i lavori di adeguamento a quattro corsie della strada statale 121 dal chilometro 0 al chilometro 50 e della strada statale 189 dal chilometro 50 al chilometro 57,780 per il tratto Palermo-Lercara e l’adeguamento della strada statale 118 dal chilometro 0 al chilometro 10,700 (variante di Marineo); la nuova infrastruttura dovrebbe consentire un rapido collegamento tra Palermo ed Agrigento, oltre a collegare le diverse località ubicate lungo il tracciato con funzione di supporto del traffico pendolare tra i numerosi centri abitati che gravitano su Palermo; la previsione della fine dei lavori del tratto Bolognetta-Lercara era prevista entro il mese […]

    Ribaduo (Pd): “Lavori ss Pa-Ag, un’interrogazione per sapere quali iniziative il Governo intenda assumere per assicurare il completamento dell’opera e definire al più presto il piano degli interventi compensativi”

    Atto CameraInterrogazione a risposta in commissione 5-12168 presentato da RIBAUDO Francesco testo di Giovedì 14 settembre 2017, seduta n. 850 RIBAUDO e CULOTTA. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che: nel 2012 sono iniziati i lavori sulla Palermo-Agrigento, ancora oggi non terminati a causa di richieste di varianti, indagini della procura di Termini Imerese, fallimenti di ditte subappaltatrici; il progetto preliminare della Palermo-Agrigento si sviluppa per circa 57,48 chilometri lungo le strade statali 121 e 189 e prevede i lavori di adeguamento a quattro corsie della strada statale 121 dal chilometro 0 al chilometro 50 e della strada statale 189 dal chilometro 50 al chilometro 57,780 per il tratto Palermo-Lercara e l’adeguamento della strada statale 118 dal chilometro 0 al chilometro 10,700 (variante di Marineo); la nuova infrastruttura dovrebbe consentire un rapido collegamento tra Palermo ed Agrigento, oltre a collegare le diverse località ubicate lungo il tracciato con funzione di supporto del traffico pendolare tra i numerosi centri abitati che gravitano su Palermo; la previsione della fine dei lavori del tratto Bolognetta-Lercara era prevista entro il mese […]

    Continue Reading...

  • Palermo 1 settembre – “Ci sono voluti quattro mesi di studi, confronti e approfondimenti. Finalmente è stata sottoscritta dal direttore dell’Asp. Dott. Candela e dal direttore del Policlinico Dott. De Nicola la convenzione che consente di attivare il servizio di gastroenterologia all’ospedale di Corleone grazie anche alla disponibilità del professore specialista Dott. G. Tomasello del Policlinico universitario di Palermo. Dalla prossima settimana i pazienti ed i degenti non saranno più costretti a spostarsi negli ospedali di Palermo e Partinico per sottoporsi agli esami”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo che in questi mesi si è battuto per raggiungere quest’obiettivo. “Il mio impegno continua – conclude – per ammodernare il servizio di radiologia-tac già obsoleto. Nuovi servizi ed impianti efficienti garantiranno la fruizione da parte dei cittadini del territorio, precondizioni necessarie per un migliore funzionamento dell’ospedale”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Firmata la convenzione, dalla prossima settimana arriva il gastroenterologo all’ospedale di Corleone”

    Palermo 1 settembre – “Ci sono voluti quattro mesi di studi, confronti e approfondimenti. Finalmente è stata sottoscritta dal direttore dell’Asp. Dott. Candela e dal direttore del Policlinico Dott. De Nicola la convenzione che consente di attivare il servizio di gastroenterologia all’ospedale di Corleone grazie anche alla disponibilità del professore specialista Dott. G. Tomasello del Policlinico universitario di Palermo. Dalla prossima settimana i pazienti ed i degenti non saranno più costretti a spostarsi negli ospedali di Palermo e Partinico per sottoporsi agli esami”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo che in questi mesi si è battuto per raggiungere quest’obiettivo. “Il mio impegno continua – conclude – per ammodernare il servizio di radiologia-tac già obsoleto. Nuovi servizi ed impianti efficienti garantiranno la fruizione da parte dei cittadini del territorio, precondizioni necessarie per un migliore funzionamento dell’ospedale”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: