ARTICOLI
  • Roma 3 novembre – “Alla luce delle denunce fatte dal Sindaco di Roccamena Tommaso Ciaccio in consiglio comunale ed in commissione antimafia alla Camera dei Deputati, Grillo e Cancelleri attendono di “apprendere dai giornali” il nome di un altro candidato impresentabile tra le file del M5S siciliano, facendo finta di non sapere”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo primo firmatario di un’interrogazione che mira ad ottenere i dovuti chiarimenti sul caso Roccamena di seguito illustrato. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Un altro impresentabile a 5 stelle nelle liste di Grillo e Cancelleri?”

    Roma 3 novembre – “Alla luce delle denunce fatte dal Sindaco di Roccamena Tommaso Ciaccio in consiglio comunale ed in commissione antimafia alla Camera dei Deputati, Grillo e Cancelleri attendono di “apprendere dai giornali” il nome di un altro candidato impresentabile tra le file del M5S siciliano, facendo finta di non sapere”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo primo firmatario di un’interrogazione che mira ad ottenere i dovuti chiarimenti sul caso Roccamena di seguito illustrato. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • CAMERA DEI DEPUTATI  Resoconto stenografico dell’Assemblea Seduta n. 878 di mercoledì 25 ottobre 2017  FRANCESCO RIBAUDO. Chiedo di parlare. PRESIDENTE. Ne ha facoltà. Onorevole, lei ha un minuto, perché il suo gruppo ha esaurito il tempo. FRANCESCO RIBAUDO. Grazie Presidente. Semplicemente per risollecitare – io non so quando noi facciamo i solleciti per la risposta all’interrogazione quale canale prendano – l’interrogazione n. 3-03150 che riguardava il personale ATA. L’avevo chiesto in quest’Aula, era urgente avere una risposta, visto che il bando per l’aggiornamento delle graduatorie scade il 30 ottobre e c’era un chiarimento che era necessario e che tanti aspettano. Ancora oggi, dopo 20 giorni dal mio sollecito questa risposta non arriva. Pregherei Presidente, tramite lei, se può intervenire per avere una sollecita risposta. PRESIDENTE. Le sollecitazioni che vengono fatte in Aula hanno tutte una via formale: la Presidenza le trasmette tutte al Governo. Atto Camera Interrogazione a risposta orale 3-03150 presentato da RIBAUDO Francesco testo di Lunedì 10 luglio 2017, seduta n. 830 RIBAUDO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca . — Per sapere – […]

    Ribaudo (Pd): “Urgente avere una risposta ad interrogazione sulle graduatorie personale Ata e porre fine a discriminazione su calcolo punteggio”

    CAMERA DEI DEPUTATI  Resoconto stenografico dell’Assemblea Seduta n. 878 di mercoledì 25 ottobre 2017  FRANCESCO RIBAUDO. Chiedo di parlare. PRESIDENTE. Ne ha facoltà. Onorevole, lei ha un minuto, perché il suo gruppo ha esaurito il tempo. FRANCESCO RIBAUDO. Grazie Presidente. Semplicemente per risollecitare – io non so quando noi facciamo i solleciti per la risposta all’interrogazione quale canale prendano – l’interrogazione n. 3-03150 che riguardava il personale ATA. L’avevo chiesto in quest’Aula, era urgente avere una risposta, visto che il bando per l’aggiornamento delle graduatorie scade il 30 ottobre e c’era un chiarimento che era necessario e che tanti aspettano. Ancora oggi, dopo 20 giorni dal mio sollecito questa risposta non arriva. Pregherei Presidente, tramite lei, se può intervenire per avere una sollecita risposta. PRESIDENTE. Le sollecitazioni che vengono fatte in Aula hanno tutte una via formale: la Presidenza le trasmette tutte al Governo. Atto Camera Interrogazione a risposta orale 3-03150 presentato da RIBAUDO Francesco testo di Lunedì 10 luglio 2017, seduta n. 830 RIBAUDO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca . — Per sapere – […]

    Continue Reading...

  • Roma 23 ottobre – “Sconcertante il video di presentazione della nuova Skoda Karoq pubblicato dalla rivista francese Automagazine, che ha scelto come set la splendida città di Corleone per accostarla allo stereotipo mafioso. Nel racconto intitolato “Un’offerta che non si può rifiutare” viene utilizzata la musica della celebre colonna sonora del film “Il Padrino”, ed è lo stesso giornalista ad esplicitarne il motivo fugando ogni dubbio, è a Corleone infatti  che è stato girato il film, poi sale in auto e la prova. Alla fine del video la provocazione di cattivo gusto: “In Sicilia si è soliti fare così” scende e mostra il portabagagli con dentro un uomo incaprettato”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo.  . “Le immagini – continua – del centro in provincia di Palermo, ricco di storia, di tradizioni, di cultura e di diverse opere d’arte, suscitano davvero tanta indignazione. Si tratta di una mancanza di rispetto nei confronti dei corleonesi  e di tutto il popolo siciliano che merita di essere conosciuto al mondo soprattutto per altri ed importanti aspetti. Corleone […]

    Ribaudo (Pd): Corleone, “Presenterò un’interrogazione parlamentare sulle sconcertanti immagini del video della rivista francese”

    Roma 23 ottobre – “Sconcertante il video di presentazione della nuova Skoda Karoq pubblicato dalla rivista francese Automagazine, che ha scelto come set la splendida città di Corleone per accostarla allo stereotipo mafioso. Nel racconto intitolato “Un’offerta che non si può rifiutare” viene utilizzata la musica della celebre colonna sonora del film “Il Padrino”, ed è lo stesso giornalista ad esplicitarne il motivo fugando ogni dubbio, è a Corleone infatti  che è stato girato il film, poi sale in auto e la prova. Alla fine del video la provocazione di cattivo gusto: “In Sicilia si è soliti fare così” scende e mostra il portabagagli con dentro un uomo incaprettato”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo.  . “Le immagini – continua – del centro in provincia di Palermo, ricco di storia, di tradizioni, di cultura e di diverse opere d’arte, suscitano davvero tanta indignazione. Si tratta di una mancanza di rispetto nei confronti dei corleonesi  e di tutto il popolo siciliano che merita di essere conosciuto al mondo soprattutto per altri ed importanti aspetti. Corleone […]

    Continue Reading...

  • Roma 2 Ottobre – “Lo scorso 28 settembre è stato approvato definitivamente al Senato il disegno di legge ‘Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni’.  Meglio conosciuta come legge che tutela i piccoli comuni, istituisce un fondo per lo sviluppo strutturale per i borghi con meno di cinquemila abitanti.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo. “L’obiettivo – aggiunge – è quello di ripopolare, o quanto meno di frenare l’abbandono dei paesi, specialmente delle aree interne; paesi che, dal 1971, hanno visto ridursi il numero di residenti anche più del 20 per cento. I 5.591 Comuni interessati dal provvedimento occupano il 54 per cento del suolo italiano e rappresentano il 69 per cento del totale dei municipi. È previsto, tra il 2017 ed il 2023, uno stanziamento di cento milioni di euro da parte del Governo Nazionale.  Per l’utilizzo delle risorse saranno stilati un piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni e un elenco di interventi prioritari. La legge […]

    Ribaudo (Pd): “Approvata la legge per valorizzare i piccoli comuni attraverso nuove risorse e semplificazioni”

    Roma 2 Ottobre – “Lo scorso 28 settembre è stato approvato definitivamente al Senato il disegno di legge ‘Misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici dei medesimi comuni’.  Meglio conosciuta come legge che tutela i piccoli comuni, istituisce un fondo per lo sviluppo strutturale per i borghi con meno di cinquemila abitanti.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo. “L’obiettivo – aggiunge – è quello di ripopolare, o quanto meno di frenare l’abbandono dei paesi, specialmente delle aree interne; paesi che, dal 1971, hanno visto ridursi il numero di residenti anche più del 20 per cento. I 5.591 Comuni interessati dal provvedimento occupano il 54 per cento del suolo italiano e rappresentano il 69 per cento del totale dei municipi. È previsto, tra il 2017 ed il 2023, uno stanziamento di cento milioni di euro da parte del Governo Nazionale.  Per l’utilizzo delle risorse saranno stilati un piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni e un elenco di interventi prioritari. La legge […]

    Continue Reading...

  • FI0602 Delega al Governo per l’istituzione del catasto del suolo A.C. 2999 Contenuto La proposta di legge delega il Governo a revisionare l’archivio cartografico e l’archivio censuario del catasto dei terreni, che viene ridenominato “catasto del suolo”. Tra le caratteristiche del “catasto del suolo”, la proposta prevede le seguenti: la caratterizzazione, nell’ambito della revisione del foglio di mappa, delle particelle catastali con riferimento allo stesso tipo di suolo e all’omogeneità della risposta produttiva per la stessa coltura o destinazione d’uso; l’accorpamento delle particelle adiacenti, se il fondo presenta identiche condizioni ambientali e territoriali; l’accesso libero e aperto a tutte le cartografie disponibili; l’integrazione delle informazioni contenute nel certificato catastale con dati di natura ambientale, climatologica etc; la disciplina specifica per l’inserimento dei dati ambientali e territoriali, che deve essere effettuata da parte di alcune figure professionali. In particolare, il comma 1 dell’articolo unico reca le finalità della delega, che intende valorizzare i servizi del suolo ambientali, sociali, economici e fiscali ed estendere la tracciabilità dei prodotti agricoli o dei loro derivati. Il Governo è dunque delegato ad adottare, entro dodici […]

    Ribaudo (Pd): “Come cambia il catasto del terreno, delega al Governo per l’istituzione del catasto del suolo”

    FI0602 Delega al Governo per l’istituzione del catasto del suolo A.C. 2999 Contenuto La proposta di legge delega il Governo a revisionare l’archivio cartografico e l’archivio censuario del catasto dei terreni, che viene ridenominato “catasto del suolo”. Tra le caratteristiche del “catasto del suolo”, la proposta prevede le seguenti: la caratterizzazione, nell’ambito della revisione del foglio di mappa, delle particelle catastali con riferimento allo stesso tipo di suolo e all’omogeneità della risposta produttiva per la stessa coltura o destinazione d’uso; l’accorpamento delle particelle adiacenti, se il fondo presenta identiche condizioni ambientali e territoriali; l’accesso libero e aperto a tutte le cartografie disponibili; l’integrazione delle informazioni contenute nel certificato catastale con dati di natura ambientale, climatologica etc; la disciplina specifica per l’inserimento dei dati ambientali e territoriali, che deve essere effettuata da parte di alcune figure professionali. In particolare, il comma 1 dell’articolo unico reca le finalità della delega, che intende valorizzare i servizi del suolo ambientali, sociali, economici e fiscali ed estendere la tracciabilità dei prodotti agricoli o dei loro derivati. Il Governo è dunque delegato ad adottare, entro dodici […]

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: