emendamento Archive

  • da deputatipd.it Def Lavoro, crescita e risanamento dei conti pubblici Crescita, lavoro stabile e risanamento della finanza pubblica. Sono i punti principali del Documento di economia e finanza (Def) approvato dall’Aula. Per centrare questi obiettivi occorre più gradualità nella discesa del rapporto deficit/Pil e il rafforzamento del sostegno alla domanda interna, insieme ad un ulteriore taglio delle tasse. Relazione Dario Parrini, dichiarazione di voto Maino Marchi Comunicato Maino Marchi, Susanna Cenni  I TEMI DELLA SETTIMANA Riorganizzazione della magistratura onoraria Più efficienza per i cittadini L’Aula ha approvato in via definitiva la legge delega per la riforma organica della magistratura onoraria e sui giudici di pace che porterà ad una maggiore efficienza a servizio dei cittadini. Speciale Ue Azzerate le infrazioni per mancato recepimento delle direttive Con l’approvazione della legge di delegazione europea e della relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Ue sono state di fatto azzerate le infrazioni per mancato recepimento di direttive comunitarie. Dichiarazione di voto Vanessa Camani Comunicato Marina Berlinghieri Giunta per le elezioni Votata la relazione per la decadenza del deputato Galan L’Aula ha votato la relazione della […]

    Def, rioganizzazione magistratura ordinaria, Ue, agricoltura e gli altri temi della settimana

    da deputatipd.it Def Lavoro, crescita e risanamento dei conti pubblici Crescita, lavoro stabile e risanamento della finanza pubblica. Sono i punti principali del Documento di economia e finanza (Def) approvato dall’Aula. Per centrare questi obiettivi occorre più gradualità nella discesa del rapporto deficit/Pil e il rafforzamento del sostegno alla domanda interna, insieme ad un ulteriore taglio delle tasse. Relazione Dario Parrini, dichiarazione di voto Maino Marchi Comunicato Maino Marchi, Susanna Cenni  I TEMI DELLA SETTIMANA Riorganizzazione della magistratura onoraria Più efficienza per i cittadini L’Aula ha approvato in via definitiva la legge delega per la riforma organica della magistratura onoraria e sui giudici di pace che porterà ad una maggiore efficienza a servizio dei cittadini. Speciale Ue Azzerate le infrazioni per mancato recepimento delle direttive Con l’approvazione della legge di delegazione europea e della relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Ue sono state di fatto azzerate le infrazioni per mancato recepimento di direttive comunitarie. Dichiarazione di voto Vanessa Camani Comunicato Marina Berlinghieri Giunta per le elezioni Votata la relazione per la decadenza del deputato Galan L’Aula ha votato la relazione della […]

    Continue Reading...

  • Roma 25 febbraio – “Approvato anche dal Senato il Milleproroghe, l’equipollenza dei titoli Afam è legge. Così come stabilito nell’emendamento 1.78 all’art. 1  viene prorogato al 31 dicembre 2017 il termine ultimo dell’equipollenza dei diplomi accademici rilasciati dai conservatori e dalle accademie”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo primo firmatario dell’emendamento presentato nelle scorse settimane alla Camera dei Deputati. “Finalmente possiamo dire – continua –  di averla spuntata, dopo anni di battaglie parlamentari, ricordo infatti che sono stati prodotti diversi atti: interrogazioni, risoluzioni ed emendamenti. Grazie al sostegno dei colleghi del Partito Democratico Censore, Culotta,  Iacono, Speranza, Tentori e  Ventricelli che hanno sposato questa causa per eliminare ogni discriminazione di trattamento per gli studenti dei conservatori e delle accademie che hanno frequentato i corsi di vecchio ordinamento. E’ nostra intenzione eliminare ogni forma di disparità temporale, facendo salvo il corso di studi e non la data del conseguimento del diploma. Ricordo infatti che in occasione della discussione dell’interrogazione il sottosegretario Donchia rispondendo e ha ammesso le disparità evidenziate rinviando la risoluzione della problematica in sede di riforma del […]

    Ribaudo (Pd): “Equipollenza titoli Afam è legge, approvato anche dal Senato il Milleproroghe”

    Roma 25 febbraio – “Approvato anche dal Senato il Milleproroghe, l’equipollenza dei titoli Afam è legge. Così come stabilito nell’emendamento 1.78 all’art. 1  viene prorogato al 31 dicembre 2017 il termine ultimo dell’equipollenza dei diplomi accademici rilasciati dai conservatori e dalle accademie”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo primo firmatario dell’emendamento presentato nelle scorse settimane alla Camera dei Deputati. “Finalmente possiamo dire – continua –  di averla spuntata, dopo anni di battaglie parlamentari, ricordo infatti che sono stati prodotti diversi atti: interrogazioni, risoluzioni ed emendamenti. Grazie al sostegno dei colleghi del Partito Democratico Censore, Culotta,  Iacono, Speranza, Tentori e  Ventricelli che hanno sposato questa causa per eliminare ogni discriminazione di trattamento per gli studenti dei conservatori e delle accademie che hanno frequentato i corsi di vecchio ordinamento. E’ nostra intenzione eliminare ogni forma di disparità temporale, facendo salvo il corso di studi e non la data del conseguimento del diploma. Ricordo infatti che in occasione della discussione dell’interrogazione il sottosegretario Donchia rispondendo e ha ammesso le disparità evidenziate rinviando la risoluzione della problematica in sede di riforma del […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Dopo di noi Primo sì a una legge attesa da migliaia di persone La Camera ha approvato in prima lettura la proposta di legge sul Dopo di noi per assicurare un futuro alle persone con disabilità anche dopo la scomparsa di coloro che se ne prendevano cura. La legge viene incontro al desiderio dei genitori di assicurare al proprio figlio tutte le cure e l’assistenza di cui necessita e di veder garantito quel progetto di vita costruito negli anni. Il provvedimento affronta le questioni riguardanti la disabilità in modo organico. Innanzitutto mette fine all’insopportabile distinzione per categorie in vigore fino a ora; punta a favorire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità, e lo fa con una strategia che ne abbraccia i diversi aspetti problematici. Davvero molte perplessità ha destato dunque il voto contrario del Movimento 5 Stelle. Speciale   I TEMI DELLA SETTIMANA Democrazia paritaria L’equilibrio di genere nei consigli regionali è legge La democrazia paritaria fa un altro, fondamentale, passo avanti. L’equilibrio di genere viene esteso anche ai consigli regionali. Con il voto finale […]

    Dopo di noi, democrazia paritaria, olimpiadi, concorsi e gli altri temi della settimana

    da deputatipd.it Dopo di noi Primo sì a una legge attesa da migliaia di persone La Camera ha approvato in prima lettura la proposta di legge sul Dopo di noi per assicurare un futuro alle persone con disabilità anche dopo la scomparsa di coloro che se ne prendevano cura. La legge viene incontro al desiderio dei genitori di assicurare al proprio figlio tutte le cure e l’assistenza di cui necessita e di veder garantito quel progetto di vita costruito negli anni. Il provvedimento affronta le questioni riguardanti la disabilità in modo organico. Innanzitutto mette fine all’insopportabile distinzione per categorie in vigore fino a ora; punta a favorire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità, e lo fa con una strategia che ne abbraccia i diversi aspetti problematici. Davvero molte perplessità ha destato dunque il voto contrario del Movimento 5 Stelle. Speciale   I TEMI DELLA SETTIMANA Democrazia paritaria L’equilibrio di genere nei consigli regionali è legge La democrazia paritaria fa un altro, fondamentale, passo avanti. L’equilibrio di genere viene esteso anche ai consigli regionali. Con il voto finale […]

    Continue Reading...

  • Riconosciuti alla Sicilia 1,4 mld di euro, grazie al dialogo con il governo nazionale. Lettera alle  redazioni Roma 20 gennaio – Smentisco fermamente quanto riportato in questi giorni da alcune testate giornalistiche. Si fa riferimento alla perdita da parte della nostra Regione, di 400 milioni di euro destinati all’edilizia scolastica e alla manutenzione delle strade, accusando i parlamentari siciliani di inerzia. Con la presente, si intende precisare che, in sede di approvazione della legge di stabilità 2016 ho presentato, assieme ad altri colleghi del Partito Democratico, un emendamento (come da atti parlamentari n..38.109 al comma 439) in cui veniva richiesto di estendere il finanziamento di 400 mln di euro, già previsto per le sole provincie e città metropolitane, alle regioni a statuto ordinario, anche alle regioni a statuto speciale. Grazie a ciò si è aperto un serrato confronto con il Governo, riguardante il disavanzo strutturale del bilancio della Regione Siciliana. Il Governo, prendendone atto, ha inteso far confluire la questione della finanziaria siciliana in un unico tavolo e, per la prima volta ha riconosciuto alla Sicilia il mancato trasferimento dei tributi previsti dall’art. 36 e 37 dello statuto siciliano – che ammontano a circa 1 miliardo e quattrocento milioni annui – come per altro diverse sentenze della corte costituzionale hanno sancito. Alla luce di quanto chiarito sopra, mi preme sottolineare come la nostra Regione non abbia perso nessun finanziamento. L’ammontare delle risorse spettanti alla Sicilia dovrà ancora essere […]

    Ribaudo (Pd): “Falsa la notizia della perdita di 400 milioni di euro di finanziamenti”.

    Riconosciuti alla Sicilia 1,4 mld di euro, grazie al dialogo con il governo nazionale. Lettera alle  redazioni Roma 20 gennaio – Smentisco fermamente quanto riportato in questi giorni da alcune testate giornalistiche. Si fa riferimento alla perdita da parte della nostra Regione, di 400 milioni di euro destinati all’edilizia scolastica e alla manutenzione delle strade, accusando i parlamentari siciliani di inerzia. Con la presente, si intende precisare che, in sede di approvazione della legge di stabilità 2016 ho presentato, assieme ad altri colleghi del Partito Democratico, un emendamento (come da atti parlamentari n..38.109 al comma 439) in cui veniva richiesto di estendere il finanziamento di 400 mln di euro, già previsto per le sole provincie e città metropolitane, alle regioni a statuto ordinario, anche alle regioni a statuto speciale. Grazie a ciò si è aperto un serrato confronto con il Governo, riguardante il disavanzo strutturale del bilancio della Regione Siciliana. Il Governo, prendendone atto, ha inteso far confluire la questione della finanziaria siciliana in un unico tavolo e, per la prima volta ha riconosciuto alla Sicilia il mancato trasferimento dei tributi previsti dall’art. 36 e 37 dello statuto siciliano – che ammontano a circa 1 miliardo e quattrocento milioni annui – come per altro diverse sentenze della corte costituzionale hanno sancito. Alla luce di quanto chiarito sopra, mi preme sottolineare come la nostra Regione non abbia perso nessun finanziamento. L’ammontare delle risorse spettanti alla Sicilia dovrà ancora essere […]

    Continue Reading...

  • Roma, 28 ottobre –  “Siamo a fianco dei lavoratori forestali siciliani che in queste ore stanno lottando per la difesa del loro unico prezioso lavoro, a tutela dei territori, senza il quale le loro famiglie non avrebbero alcuna fonte di sostegno economico”. È quanto dichiarano in una nota congiunta i deputati nazionali del Pd Franco Ribaudo, Magda Culotta e Antonino Moscatt, che aggiungono: “è necessario che oggi la commissione bilancio della regione approvi la variazione di bilancio per stanziare le somme utili alla prosecuzione delle giornate lavorative in attesa dell’approvazione definitiva della delibera CIPE che il governo nazionale si è impegnato a varare entro la metà di novembre”. “Il nostro auspicio – concludono i deputati – è che il nuovo governo regionale che sta nascendo in queste ore possa dare finalmente una svolta decisiva, attraverso una politica di programmazione di interventi e risorse, per un settore così importante e strategico per la nostra isola”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo, Culotta, Moscatt (Pd): “A fianco dei lavoratori forestali siciliani,  ma serve una nuova politica di programmazione del settore”

    Roma, 28 ottobre –  “Siamo a fianco dei lavoratori forestali siciliani che in queste ore stanno lottando per la difesa del loro unico prezioso lavoro, a tutela dei territori, senza il quale le loro famiglie non avrebbero alcuna fonte di sostegno economico”. È quanto dichiarano in una nota congiunta i deputati nazionali del Pd Franco Ribaudo, Magda Culotta e Antonino Moscatt, che aggiungono: “è necessario che oggi la commissione bilancio della regione approvi la variazione di bilancio per stanziare le somme utili alla prosecuzione delle giornate lavorative in attesa dell’approvazione definitiva della delibera CIPE che il governo nazionale si è impegnato a varare entro la metà di novembre”. “Il nostro auspicio – concludono i deputati – è che il nuovo governo regionale che sta nascendo in queste ore possa dare finalmente una svolta decisiva, attraverso una politica di programmazione di interventi e risorse, per un settore così importante e strategico per la nostra isola”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: