giustizia Archive

  • da deputatipd.it Immigrazione La missione Eunavfor atto di responsabilità della Ue  L’Aula ha approvato in via definitiva la missione Eunavfor Med che ha un grande significato politico: è una operazione aeronavale nel Mediterraneo per contrastare il traffico e la tratta di esseri umani, alla quale partecipano insieme all’Italia 13 Paesi dell’Unione europea. Con il via libera alla missione, l’Europa ha dato una prima, parziale risposta, politicamente importantissima. Ed è anche un grande successo del nostro governo che ha insistito per un coinvolgimento dell’Europa nella gestione dei flussi migratori. Dichiarazione di voto di Giorgio Zanin Comunicato di Ettore Rosato, Gianpiero Scanu, Giorgio Zanin Dossier   I TEMI DELLA SETTIMANA Giustizia Approvate modifiche al rito abbreviato  Abbiamo approvato nuove norme per escludere il giudizio abbreviato ai delitti più gravi come stragi, omicidi per motivi futili o commessi con sevizie o crudeltà, delitti sessuali e la tratta di persone. Dichiarazione di voto di Sofia Amoddio Comunicato di David Ermini Mozioni approvate È stata approvata una mozione in merito al fenomeno dei matrimoni precoci di minori e una sulle iniziative per contrastare i cambiamenti climatici […]

    Immigrazione, giustizia e gli altri temi della settimana appena trascorsa a Montecitorio

    da deputatipd.it Immigrazione La missione Eunavfor atto di responsabilità della Ue  L’Aula ha approvato in via definitiva la missione Eunavfor Med che ha un grande significato politico: è una operazione aeronavale nel Mediterraneo per contrastare il traffico e la tratta di esseri umani, alla quale partecipano insieme all’Italia 13 Paesi dell’Unione europea. Con il via libera alla missione, l’Europa ha dato una prima, parziale risposta, politicamente importantissima. Ed è anche un grande successo del nostro governo che ha insistito per un coinvolgimento dell’Europa nella gestione dei flussi migratori. Dichiarazione di voto di Giorgio Zanin Comunicato di Ettore Rosato, Gianpiero Scanu, Giorgio Zanin Dossier   I TEMI DELLA SETTIMANA Giustizia Approvate modifiche al rito abbreviato  Abbiamo approvato nuove norme per escludere il giudizio abbreviato ai delitti più gravi come stragi, omicidi per motivi futili o commessi con sevizie o crudeltà, delitti sessuali e la tratta di persone. Dichiarazione di voto di Sofia Amoddio Comunicato di David Ermini Mozioni approvate È stata approvata una mozione in merito al fenomeno dei matrimoni precoci di minori e una sulle iniziative per contrastare i cambiamenti climatici […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Prescrizione Passo avanti importante contro la corruzione e per la legalità Abbiamo votato la riforma della prescrizione per impedire che il tempo interrompa i processi e garantisca l’impunità. Le nuove norme sospendono la prescrizione per due anni dopo la condanna in primo grado e per un altro anno se confermata in appello, mentre aumentano i tempi di prescrizione per i reati di corruzione. Dopo dieci anni le regole della ex Cirielli, che aveva dimezzato i termini di prescrizione provocando la cancellazione di migliaia di processi, vengono superate. DOSSIER   I TEMI DELLA SETTIMANA Diritti umani Iniziato l’esame della pdl per l’introduzione del reato di tortura È iniziata la discussione generale del proposta di legge che introduce nel nostro ordinamento il reato di tortura. Il testo puntualizza i presupposti per l’esistenza di questo reato recependo le indicazioni della Convenzione delle Nazioni Unite del 1984. La norma prevede che potrà essere incriminato del reato di tortura chi, con violenza o minaccia cagiona intenzionalmente a una persona a lui affidata o sottoposta alla sua autorità acute sofferenze fisiche o psichiche al fine di […]

    Prescrizione, diritti umani e gli altri temi della settimana trascorsa a Montecitorio

    da deputatipd.it Prescrizione Passo avanti importante contro la corruzione e per la legalità Abbiamo votato la riforma della prescrizione per impedire che il tempo interrompa i processi e garantisca l’impunità. Le nuove norme sospendono la prescrizione per due anni dopo la condanna in primo grado e per un altro anno se confermata in appello, mentre aumentano i tempi di prescrizione per i reati di corruzione. Dopo dieci anni le regole della ex Cirielli, che aveva dimezzato i termini di prescrizione provocando la cancellazione di migliaia di processi, vengono superate. DOSSIER   I TEMI DELLA SETTIMANA Diritti umani Iniziato l’esame della pdl per l’introduzione del reato di tortura È iniziata la discussione generale del proposta di legge che introduce nel nostro ordinamento il reato di tortura. Il testo puntualizza i presupposti per l’esistenza di questo reato recependo le indicazioni della Convenzione delle Nazioni Unite del 1984. La norma prevede che potrà essere incriminato del reato di tortura chi, con violenza o minaccia cagiona intenzionalmente a una persona a lui affidata o sottoposta alla sua autorità acute sofferenze fisiche o psichiche al fine di […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Giustizia Non ci sono più alibi, ora le riforme sono possibili Adesso chi vuol fare le riforme può contribuire veramente a farle, senza più alibi. È quanto abbiamo detto in occasione del dibattito sulla relazione annuale del ministro Orlando sull’amministrazione della giustizia. Non ricordiamo che in così poco tempo si sia mai arrivati a grandi mutamenti nel sistema giudiziario. La giustizia civile è tornata al centro dell’azione riformatrice del governo e ci siamo lasciati alle spalle il conflitto politica-magistratura che ha caratterizzato gli ultimi decenni. Dichiarazione di voto di Walter Verini Comunicati di David Ermini, Walter Verini   I TEMI DELLA SETTIMANA Riforme costituzionali Istituzioni più semplici e vicine ai cittadini Sono proseguite in settimana le votazioni del disegno di legge di riforma della Costituzione che farà nascere un sistema istituzionale semplificato e più vicino ai cittadini. Con la nuova legge elettorale in discussione al Senato, le riforme costituzionali porteranno a maggioranze certe e governi stabili per ridare credibilità alla politica e rafforzare la democrazia. Le votazioni proseguiranno fino a mercoledì 28. I voti su eventuali ordini del giorno e il […]

    Montecitorio PD News – 19/23gennaio 2015

    da deputatipd.it Giustizia Non ci sono più alibi, ora le riforme sono possibili Adesso chi vuol fare le riforme può contribuire veramente a farle, senza più alibi. È quanto abbiamo detto in occasione del dibattito sulla relazione annuale del ministro Orlando sull’amministrazione della giustizia. Non ricordiamo che in così poco tempo si sia mai arrivati a grandi mutamenti nel sistema giudiziario. La giustizia civile è tornata al centro dell’azione riformatrice del governo e ci siamo lasciati alle spalle il conflitto politica-magistratura che ha caratterizzato gli ultimi decenni. Dichiarazione di voto di Walter Verini Comunicati di David Ermini, Walter Verini   I TEMI DELLA SETTIMANA Riforme costituzionali Istituzioni più semplici e vicine ai cittadini Sono proseguite in settimana le votazioni del disegno di legge di riforma della Costituzione che farà nascere un sistema istituzionale semplificato e più vicino ai cittadini. Con la nuova legge elettorale in discussione al Senato, le riforme costituzionali porteranno a maggioranze certe e governi stabili per ridare credibilità alla politica e rafforzare la democrazia. Le votazioni proseguiranno fino a mercoledì 28. I voti su eventuali ordini del giorno e il […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Charlie Hebdo Contro il terrorismo dobbiamo essere uniti In occasione dell’informativa del ministro degli Interni Alfano sull’attacco al settimanale, abbiamo ribadito la necessità di essere uniti nella lotta al terrorismo, garantire la sicurezza dei cittadini e di fare tutto il possibile per far crescere l’Islam della pace che non ha niente a che fare con la violenza. Abbiamo anche messo in guardia dalla facile demagogia secondo la quale i fenomeni dell’immigrazione e del terrorismo sarebbero collegati. Dobbiamo piuttosto essere vigili perché nelle nostre periferie sta crescendo sempre più il radicalismo. Vai allo speciale  TEMA DELLA SETTIMANA Riforme costituzionali Iniziate le votazioni del ddl del governo ​Dopo l’esame in commissione, sono iniziate le votazioni in Aula del disegno di legge di riforma costituzionale il cui esame proseguirà la prossima settimana e si concluderà nel mese di gennaio. I punti principali sono, fra gli altri: il superamento del bicameralismo paritario; l’introduzione di tempi certi per l’approvazione delle proposte legislative del governo, per evitare il ricorso alla decretazione d’urgenza mantenendo però le prerogative del Parlamento; l’innalzamento del quorum per l’elezione del presidente […]

    Attività parlamentare gruppo PD – Camera dei deputati 9 gennaio

    da deputatipd.it Charlie Hebdo Contro il terrorismo dobbiamo essere uniti In occasione dell’informativa del ministro degli Interni Alfano sull’attacco al settimanale, abbiamo ribadito la necessità di essere uniti nella lotta al terrorismo, garantire la sicurezza dei cittadini e di fare tutto il possibile per far crescere l’Islam della pace che non ha niente a che fare con la violenza. Abbiamo anche messo in guardia dalla facile demagogia secondo la quale i fenomeni dell’immigrazione e del terrorismo sarebbero collegati. Dobbiamo piuttosto essere vigili perché nelle nostre periferie sta crescendo sempre più il radicalismo. Vai allo speciale  TEMA DELLA SETTIMANA Riforme costituzionali Iniziate le votazioni del ddl del governo ​Dopo l’esame in commissione, sono iniziate le votazioni in Aula del disegno di legge di riforma costituzionale il cui esame proseguirà la prossima settimana e si concluderà nel mese di gennaio. I punti principali sono, fra gli altri: il superamento del bicameralismo paritario; l’introduzione di tempi certi per l’approvazione delle proposte legislative del governo, per evitare il ricorso alla decretazione d’urgenza mantenendo però le prerogative del Parlamento; l’innalzamento del quorum per l’elezione del presidente […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Giustizia Finalmente si avvia la riforma Dopo esserci lasciati alle spalle il conflitto tra politica e giustizia che ha segnato gli anni passati, possiamo mettere mano alle riforme per dare ai cittadini e alle imprese un sistema giudiziario più efficiente e rapido. Il provvedimento approvato dall’aula prevede, tra l’altro, tempi certi per i processi civili, il dimezzamento dell’arretrato e la chiusura del primo grado di giudizio entro un anno e non tre come purtroppo è oggi. Questa riforma è un passo importante verso una giustizia civile più efficiente e più vicina al cittadino. Tempi certi per i processi; dimezzamento dell’arretrato; chiusura del primo grado di giudizio entro un anno, e non tre come purtroppo è oggi; un processo più lineare e comprensibile. Questi sono i risultati che contiamo di ottenere con la riforma. I processi civili pendenti sono oggi 5 milioni. Questo provvedimento si basa su una triplice strategia: aggredire direttamente l’arretrato agevolando il trasferimento in sede arbitrale dei procedimenti civili pendenti anche in appello; favorirne lo smaltimento con l’introduzione del nuovo istituto della negoziazione assistita; rendere più veloce il processo esecutivo. […]

    Una riforma per una giustizia civile più …civile.

    da deputatipd.it Giustizia Finalmente si avvia la riforma Dopo esserci lasciati alle spalle il conflitto tra politica e giustizia che ha segnato gli anni passati, possiamo mettere mano alle riforme per dare ai cittadini e alle imprese un sistema giudiziario più efficiente e rapido. Il provvedimento approvato dall’aula prevede, tra l’altro, tempi certi per i processi civili, il dimezzamento dell’arretrato e la chiusura del primo grado di giudizio entro un anno e non tre come purtroppo è oggi. Questa riforma è un passo importante verso una giustizia civile più efficiente e più vicina al cittadino. Tempi certi per i processi; dimezzamento dell’arretrato; chiusura del primo grado di giudizio entro un anno, e non tre come purtroppo è oggi; un processo più lineare e comprensibile. Questi sono i risultati che contiamo di ottenere con la riforma. I processi civili pendenti sono oggi 5 milioni. Questo provvedimento si basa su una triplice strategia: aggredire direttamente l’arretrato agevolando il trasferimento in sede arbitrale dei procedimenti civili pendenti anche in appello; favorirne lo smaltimento con l’introduzione del nuovo istituto della negoziazione assistita; rendere più veloce il processo esecutivo. […]

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: