imu Archive

  • Roma, 21 luglio. “Inopportuno esentare dalla tassa sulla prima casa anche i benestanti, redditi alti ed immobili con una rendita catastale elevata. Piuttosto si utilizzino le eventuali risorse recuperate  per eliminare definitivamente l’Imu agricola.” E’ quanto dichiara Franco Ribaudo, membro della VI commissione Finanze alla Camera. “Si attui – aggiunge – per quanto riguarda l’Imu, un sistema equo applicando una fascia di esenzione più alta di quella attuale, avvalendosi dei parametri Isee. Le risorse recuperate si utilizzino per creare lavoro, sviluppo ed occupazione nel Sud Italia che ancora stenta a partire.”   Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Inopportuno esentare l’Imu prima casa anche per i benestanti. Si utilizzino le nuove risorse per investire sul lavoro e sullo sviluppo nel Sud Italia.”

    Roma, 21 luglio. “Inopportuno esentare dalla tassa sulla prima casa anche i benestanti, redditi alti ed immobili con una rendita catastale elevata. Piuttosto si utilizzino le eventuali risorse recuperate  per eliminare definitivamente l’Imu agricola.” E’ quanto dichiara Franco Ribaudo, membro della VI commissione Finanze alla Camera. “Si attui – aggiunge – per quanto riguarda l’Imu, un sistema equo applicando una fascia di esenzione più alta di quella attuale, avvalendosi dei parametri Isee. Le risorse recuperate si utilizzino per creare lavoro, sviluppo ed occupazione nel Sud Italia che ancora stenta a partire.”   Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • Roma 4 Aprile – “A seguito di diverse problematiche emerse sulla corretta applicazione dell’IMU sui cd. terreni montani è stato emanato, lo scorso 24 gennaio, il  provvedimento  recante «misure urgenti in materia di esenzione IMU», per effetto del quale i terreni considerati «montani» dall’ISTAT diventano tali anche per l’amministrazione finanziaria, ed escono dall’ambito di applicazione dell’IMU.” Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo membro della Commissione VI Finanze. “Dalla lettura di tale elenco – continua –  e della relativa classificazione, i Comuni risultano incomprensibilmente classificati, essendo negli ultimi settant’anni cambiata l’economia, le colture e le destinazioni d’uso degli stessi, determinandosi conseguenzialmente un diverso valore reddituale e della base imponibile. Proprio per questo motivo molti Comuni italiani, contestando la classificazione operata dall’ISTAT (sulla base della quale dipende l’esenzione dall’imposta) sotto molteplici profili sia di illegittimità ed irrazionalità, sia di inefficacia, hanno avanzato ricorso legale contro gli atti prodotti dal Governo. In particolare vi è una disparità di trattamento fiscale tra aziende che, pur ritrovandosi nello stesso territorio e perfino confinanti, hanno un trattamento diverso perché ricadenti formalmente in territori comunali […]

    Ribaudo (Pd): “Il mio impegno a favore dell’agricoltura e degli agricoltori, presentate due proposte di legge per eliminare ogni iniquità e diseguaglianza tra aree di comuni vicini attraverso la nuova riforma del catasto del suolo e la nuova definizione di montanità”.

    Roma 4 Aprile – “A seguito di diverse problematiche emerse sulla corretta applicazione dell’IMU sui cd. terreni montani è stato emanato, lo scorso 24 gennaio, il  provvedimento  recante «misure urgenti in materia di esenzione IMU», per effetto del quale i terreni considerati «montani» dall’ISTAT diventano tali anche per l’amministrazione finanziaria, ed escono dall’ambito di applicazione dell’IMU.” Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo membro della Commissione VI Finanze. “Dalla lettura di tale elenco – continua –  e della relativa classificazione, i Comuni risultano incomprensibilmente classificati, essendo negli ultimi settant’anni cambiata l’economia, le colture e le destinazioni d’uso degli stessi, determinandosi conseguenzialmente un diverso valore reddituale e della base imponibile. Proprio per questo motivo molti Comuni italiani, contestando la classificazione operata dall’ISTAT (sulla base della quale dipende l’esenzione dall’imposta) sotto molteplici profili sia di illegittimità ed irrazionalità, sia di inefficacia, hanno avanzato ricorso legale contro gli atti prodotti dal Governo. In particolare vi è una disparità di trattamento fiscale tra aziende che, pur ritrovandosi nello stesso territorio e perfino confinanti, hanno un trattamento diverso perché ricadenti formalmente in territori comunali […]

    Continue Reading...

  • Roma 23 gennaio – “Esprimo tutta la mia soddisfazione per la decisione presa dal governo che con un consiglio dei Ministri straordinario tenutosi poche ore fa, ha risolto il problema dell’Imu agricola montana, fissando nuovi criteri per il pagamento con esenzione totale per 3456 comuni e parziale per 655 comuni”. E’ quanto afferma in una nota il parlamentare del Pd Franco Ribaudo. “Viene così ripagato –  aggiunge – il grande lavoro fatto nella VI Commissione Finanze con gli altri colleghi del Pd. Già a dicembre avevamo chiesto lo spostamento della data del pagamento al 26 gennaio, proprio per consentire al Governo di trovare delle soluzioni che finalmente oggi sono arrivate. Era necessario – conclude il deputato Pd – che fosse rivisto e corretto il regime fiscale sui terreni agricoli per non penalizzare i terreni montani e le attività agricole ad esse connesse. In talmodo con questo decreto legge si vanno a ridefinire i parametri precedentemente fissati, ritornando dunque ai criteri altimetrici”   NOTE: I nuovi criteri adottati si rifanno all’elenco dei comuni della cosiddetta “montagna legale” elaborato dall’Istat, che fissa tra i suoi parametri che almeno l’80% del territorio […]

    Ribaudo (Pd): “Soddisfazione per l’esenzione totale dell’Imu agricola in 3.456 Comuni: ripagata la nostra battaglia in Commissione Finanze”

    Roma 23 gennaio – “Esprimo tutta la mia soddisfazione per la decisione presa dal governo che con un consiglio dei Ministri straordinario tenutosi poche ore fa, ha risolto il problema dell’Imu agricola montana, fissando nuovi criteri per il pagamento con esenzione totale per 3456 comuni e parziale per 655 comuni”. E’ quanto afferma in una nota il parlamentare del Pd Franco Ribaudo. “Viene così ripagato –  aggiunge – il grande lavoro fatto nella VI Commissione Finanze con gli altri colleghi del Pd. Già a dicembre avevamo chiesto lo spostamento della data del pagamento al 26 gennaio, proprio per consentire al Governo di trovare delle soluzioni che finalmente oggi sono arrivate. Era necessario – conclude il deputato Pd – che fosse rivisto e corretto il regime fiscale sui terreni agricoli per non penalizzare i terreni montani e le attività agricole ad esse connesse. In talmodo con questo decreto legge si vanno a ridefinire i parametri precedentemente fissati, ritornando dunque ai criteri altimetrici”   NOTE: I nuovi criteri adottati si rifanno all’elenco dei comuni della cosiddetta “montagna legale” elaborato dall’Istat, che fissa tra i suoi parametri che almeno l’80% del territorio […]

    Continue Reading...

  • Roma 21 dicembre  – Occorre che il Governo riveda i criteri di applicazione dell’Imu dei terreni prima della scadenza prevista per il 26 gennaio 2015. Si allega il testo dell’intervento dell’On. Ribaudo in Commissione VI Finanze del 18 dicembre ed il testo approvato della risoluzione Fragomeli. Giovedì 18 dicembre 2014 —  Commissione VI Finanze Francesco RIBAUDO (PD), nel rilevare innanzitutto come il dibattito verta su una questione di grande rilevanza, attualmente oggetto di discussione anche nell’ambito dell’esame del disegno di legge di stabilità 2015, ricorda che su tematiche tanto delicate come quella in discussione la Commissione è sempre addivenuta, attraverso il confronto tra tutte le forze politiche, all’adozione di posizioni condivise, che costituivano il punto di mediazione tra le diverse posizioni.  A tale riguardo ritiene che tale tematica debba essere affrontata con il medesimo approccio, rinunciando a prove di forza e scegliendo la strada di una mediazione responsabile. Sottolinea quindi l’opportunità di istituire un « tavolo tecnico » con il governo, attraverso il quale affrontare nel loro complesso le problematiche connesse alla disciplina dell’IMU e individuarne modalità applicative più eque, anche prevedendo una distinzione di aliquote diverse tra le varie tipologie di territorio, nonché tenendo conto di talune situazioni specifiche, quali, ad esempio, quella dei […]

    Ribaudo (Pd): “Occorre rivedere i criteri di applicazione dell’Imu dei terreni prima della scadenza”

    Roma 21 dicembre  – Occorre che il Governo riveda i criteri di applicazione dell’Imu dei terreni prima della scadenza prevista per il 26 gennaio 2015. Si allega il testo dell’intervento dell’On. Ribaudo in Commissione VI Finanze del 18 dicembre ed il testo approvato della risoluzione Fragomeli. Giovedì 18 dicembre 2014 —  Commissione VI Finanze Francesco RIBAUDO (PD), nel rilevare innanzitutto come il dibattito verta su una questione di grande rilevanza, attualmente oggetto di discussione anche nell’ambito dell’esame del disegno di legge di stabilità 2015, ricorda che su tematiche tanto delicate come quella in discussione la Commissione è sempre addivenuta, attraverso il confronto tra tutte le forze politiche, all’adozione di posizioni condivise, che costituivano il punto di mediazione tra le diverse posizioni.  A tale riguardo ritiene che tale tematica debba essere affrontata con il medesimo approccio, rinunciando a prove di forza e scegliendo la strada di una mediazione responsabile. Sottolinea quindi l’opportunità di istituire un « tavolo tecnico » con il governo, attraverso il quale affrontare nel loro complesso le problematiche connesse alla disciplina dell’IMU e individuarne modalità applicative più eque, anche prevedendo una distinzione di aliquote diverse tra le varie tipologie di territorio, nonché tenendo conto di talune situazioni specifiche, quali, ad esempio, quella dei […]

    Continue Reading...

  • Palermo 13 Dicembre – “Prorogata al 26 gennaio la scadenza per pagare l’Imu dei terreni agricoli. E’ arrivata ieri la decisione del Consiglio dei Ministri che ha confermato nella sostanza quanto già anticipato con una nota dal sottosegretario all’Economia Pier Paolo Beretta nella VI Commissione Finanze (vedi comunicato stampa del 4 dicembre). E’ quanto dichiara il deputato nazionale del Pd Franco Ribaudo, componente della suddetta Commissione. In tal modo si è evitata la scadenza di martedì prossimo e nel contempo si consentirà di rivedere i parametri per distinguere esenti e paganti individuando dei criteri migliori. Bisogna valutare bene – continua Franco Ribaudo – le conseguenze dell’applicazione delle nuove regole sui terreni «ex montani», scritte nel decreto di Economia, Interno e Politiche agricole del 28 novembre scorso che prevede per i terreni tre trattamenti diversi, distinti sulla base della «altitudine al centro» del Comune in cui sono collocati, cioè dove si trova la casa comunale. L’obiettivo – conclude il parlamentare Pd – è quello di dare certezza alle aziende agricole, prevedendo l’esenzione dei terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, dei comuni ubicati a un’altitudine tra […]

    Ribaudo (Pd): “Prorogata l’Imu sui terreni agricoli. Ora più certezze per le aziende agricole”

    Palermo 13 Dicembre – “Prorogata al 26 gennaio la scadenza per pagare l’Imu dei terreni agricoli. E’ arrivata ieri la decisione del Consiglio dei Ministri che ha confermato nella sostanza quanto già anticipato con una nota dal sottosegretario all’Economia Pier Paolo Beretta nella VI Commissione Finanze (vedi comunicato stampa del 4 dicembre). E’ quanto dichiara il deputato nazionale del Pd Franco Ribaudo, componente della suddetta Commissione. In tal modo si è evitata la scadenza di martedì prossimo e nel contempo si consentirà di rivedere i parametri per distinguere esenti e paganti individuando dei criteri migliori. Bisogna valutare bene – continua Franco Ribaudo – le conseguenze dell’applicazione delle nuove regole sui terreni «ex montani», scritte nel decreto di Economia, Interno e Politiche agricole del 28 novembre scorso che prevede per i terreni tre trattamenti diversi, distinti sulla base della «altitudine al centro» del Comune in cui sono collocati, cioè dove si trova la casa comunale. L’obiettivo – conclude il parlamentare Pd – è quello di dare certezza alle aziende agricole, prevedendo l’esenzione dei terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, dei comuni ubicati a un’altitudine tra […]

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: