lavoro Archive

  • Palermo 6 maggio – “Buone notizie per la viabilità nel corleonese, è stata finanziata per un importo di 1,5 milioni di euro, la riprogettazione dell’intervento di ammodernamento della SS. 118 Corleonese-Agrigentina, progetto inserito nella programmazione triennale di opere pubbliche 2018-2020 dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture in collaborazione con l’Anas”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo membro della commissione parlamentare per le questioni regionali. “Finalmente – continua – dopo una serie di vicissitudini causate dalla bocciatura della Vas del vecchio progetto per il forte impatto ambientare sul tratto Marineo-Ficuzza, gli ingegneri lavoreranno ad un nuovo progetto di ammodernamento del tratto di strada che collega Bolognetta con Corleone. L’importo dell’intero intervento ammonterebbe a circa 130 milioni di euro. “Confermato – aggiunge – anche il finanziamento con fondi Cipe, del progetto della nuova strada che collegherà Palermo con Bolognetta, fungendo da asse di collegamento tra la SS 121 e l’autostrada PA-CT”. “Gli accordi di programma quadro – conclude – prevedono infine una serie di interventi di riqualificazione e di riprogettazione delle strade provinciali, anche secondarie.” Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Viabilità nel corleonese, finanziata la riprogettazione della strada SS. 118 tra Bolognetta e Corleone”

    Palermo 6 maggio – “Buone notizie per la viabilità nel corleonese, è stata finanziata per un importo di 1,5 milioni di euro, la riprogettazione dell’intervento di ammodernamento della SS. 118 Corleonese-Agrigentina, progetto inserito nella programmazione triennale di opere pubbliche 2018-2020 dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture in collaborazione con l’Anas”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo membro della commissione parlamentare per le questioni regionali. “Finalmente – continua – dopo una serie di vicissitudini causate dalla bocciatura della Vas del vecchio progetto per il forte impatto ambientare sul tratto Marineo-Ficuzza, gli ingegneri lavoreranno ad un nuovo progetto di ammodernamento del tratto di strada che collega Bolognetta con Corleone. L’importo dell’intero intervento ammonterebbe a circa 130 milioni di euro. “Confermato – aggiunge – anche il finanziamento con fondi Cipe, del progetto della nuova strada che collegherà Palermo con Bolognetta, fungendo da asse di collegamento tra la SS 121 e l’autostrada PA-CT”. “Gli accordi di programma quadro – conclude – prevedono infine una serie di interventi di riqualificazione e di riprogettazione delle strade provinciali, anche secondarie.” Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Lavoro autonomo Più tutele e diritti per 2 milioni di persone Approvato, in prima lettura, il disegno di legge sul lavoro autonomo. Il provvedimento ha come obiettivo quello di garantire maggiori tutele e diritti a circa 2 milioni di italiani che lavorano in proprio. Viene esteso il diritto alla maternità, reso più flessibile ed esigibile, ampliato il congedo parentale. Malattia, infortunio e gravidanza non potranno d’ora in poi più portare ad estinguere i contratti. Viene infine garantita per sempre la dis-coll, l’indennità di disoccupazione a tutti i collaboratori, che viene allargata anche ai precari della ricerca. Speciale   I TEMI DELLA SETTIMANA Verso il Consiglio Europeo Le comunicazioni del Presidente del Consiglio Con 267 Sì e 181 No la Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sulle comunicazioni del presidente del Consiglio in vista del Consiglio Ue. Paolo Gentiloni ha sottolineato l’esigenza di un’Unione europea che non deprima la crescita economica ancora lenta, ma consenta invece di rilanciarla. Testo del discorso di Paolo Gentiloni Dichiarazione di voto di Marina Berlinghieri Protezione civile Rese più rapide le procedure per gli […]

    Lavoro autonomo, consiglio europeo, esteri e gli altri temi della settimana appena trascorsa.

    da deputatipd.it Lavoro autonomo Più tutele e diritti per 2 milioni di persone Approvato, in prima lettura, il disegno di legge sul lavoro autonomo. Il provvedimento ha come obiettivo quello di garantire maggiori tutele e diritti a circa 2 milioni di italiani che lavorano in proprio. Viene esteso il diritto alla maternità, reso più flessibile ed esigibile, ampliato il congedo parentale. Malattia, infortunio e gravidanza non potranno d’ora in poi più portare ad estinguere i contratti. Viene infine garantita per sempre la dis-coll, l’indennità di disoccupazione a tutti i collaboratori, che viene allargata anche ai precari della ricerca. Speciale   I TEMI DELLA SETTIMANA Verso il Consiglio Europeo Le comunicazioni del Presidente del Consiglio Con 267 Sì e 181 No la Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sulle comunicazioni del presidente del Consiglio in vista del Consiglio Ue. Paolo Gentiloni ha sottolineato l’esigenza di un’Unione europea che non deprima la crescita economica ancora lenta, ma consenta invece di rilanciarla. Testo del discorso di Paolo Gentiloni Dichiarazione di voto di Marina Berlinghieri Protezione civile Rese più rapide le procedure per gli […]

    Continue Reading...

  • Modifica all'articolo 39 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, concernente la designazione del medico competente in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

    Ribaudo (Pd): “Migliorare il sistema di sorveglianza e vigilanza nei luoghi di lavoro, attribuendo la nomina dei medici competenti alle Asp territoriali”

    Modifica all'articolo 39 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, concernente la designazione del medico competente in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it PREVENIRE E CONTRASTARE MALTRATTAMENTI E ABUSI CONTRO MINORI, ANZIANI E DISABILI, ANCHE CON SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZAIl provvedimento approvata alla Camera si propone oggi di prevenire e contrastare condotte di maltrattamento o di abuso,  anche di natura psicologica, in danno dei minori, degli anziani e dei soggetti con disabilità. Il testo passa ora all’esame del Senato. Prevede, innanzitutto, una delega al Governo in materia di formazione del personale degli asili nido, delle scuole dell’infanzia e delle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali, per la definizione delle modalità della valutazione attitudinale per l’accesso alle professioni educative e di cura, nonché delle modalità di formazione obbligatoria iniziale e permanente del personale dedito a tali delicate professioni, ferma restando la necessità del patto educativo e dell’alleanza terapeutica quali strumenti principali per migliorare il benessere delle persone destinatarie di interventi educativi e di cura. La delega prevede altresì che il Governo individui adeguati  percorsi di sostegno e ricollocamento del personale dichiarato non idoneo allo svolgimento di mansioni così delicate, prevedendo anche un’azione preventiva in ambito educativo. Significativa anche la previsione dell’adozione di linee guida da parte del Ministro della […]

    Videosorveglianza, caporalato, ambiente, cultura e gli altri temi della settimana

    da deputatipd.it PREVENIRE E CONTRASTARE MALTRATTAMENTI E ABUSI CONTRO MINORI, ANZIANI E DISABILI, ANCHE CON SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZAIl provvedimento approvata alla Camera si propone oggi di prevenire e contrastare condotte di maltrattamento o di abuso,  anche di natura psicologica, in danno dei minori, degli anziani e dei soggetti con disabilità. Il testo passa ora all’esame del Senato. Prevede, innanzitutto, una delega al Governo in materia di formazione del personale degli asili nido, delle scuole dell’infanzia e delle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali, per la definizione delle modalità della valutazione attitudinale per l’accesso alle professioni educative e di cura, nonché delle modalità di formazione obbligatoria iniziale e permanente del personale dedito a tali delicate professioni, ferma restando la necessità del patto educativo e dell’alleanza terapeutica quali strumenti principali per migliorare il benessere delle persone destinatarie di interventi educativi e di cura. La delega prevede altresì che il Governo individui adeguati  percorsi di sostegno e ricollocamento del personale dichiarato non idoneo allo svolgimento di mansioni così delicate, prevedendo anche un’azione preventiva in ambito educativo. Significativa anche la previsione dell’adozione di linee guida da parte del Ministro della […]

    Continue Reading...

  • Roma 10 agosto – “E’ realmente possibile risolvere la questione degli insegnati siciliani ‘deportati’ al nord per  lavorare nelle scuole. Basta semplicemente volerlo”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo, membro della commissione parlamentare per le questioni regionali.  “Il governo – continua – se vuole può risolvere il problema  dei docenti che in questi giorni hanno protestato nelle piazze del meridione d’Italia perché devono trasferirsi fuori dalla propria regione di provenienza”. Ribaudo propone una “ soluzione in tre passaggi”, che sono: “Venga attuata – spiega – entro l’anno, prima che scadano i 18 mesi, la delega prevista nella legge 107/2015 sul percorso formativo 0-6 anni. Ciò porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro, in un territorio penalizzato come il nostro dove ancora mancano gli asili nido”- poi, “il tempo scuola sia adeguato al resto d’Italia dove si raggiungono almeno 30 ore settimanali, in passato era stato diminuito dalla Gelmini per le regioni del sud”. Infine, conclude Ribaudo, “si faccia il tempo pieno nelle scuole primarie, con l’orario prolungato ed il rispettivo servizio mensa di competenza […]

    Scuola: Ribaudo (Pd) insegnati deportati? Ecco la soluzione

    Roma 10 agosto – “E’ realmente possibile risolvere la questione degli insegnati siciliani ‘deportati’ al nord per  lavorare nelle scuole. Basta semplicemente volerlo”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo, membro della commissione parlamentare per le questioni regionali.  “Il governo – continua – se vuole può risolvere il problema  dei docenti che in questi giorni hanno protestato nelle piazze del meridione d’Italia perché devono trasferirsi fuori dalla propria regione di provenienza”. Ribaudo propone una “ soluzione in tre passaggi”, che sono: “Venga attuata – spiega – entro l’anno, prima che scadano i 18 mesi, la delega prevista nella legge 107/2015 sul percorso formativo 0-6 anni. Ciò porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro, in un territorio penalizzato come il nostro dove ancora mancano gli asili nido”- poi, “il tempo scuola sia adeguato al resto d’Italia dove si raggiungono almeno 30 ore settimanali, in passato era stato diminuito dalla Gelmini per le regioni del sud”. Infine, conclude Ribaudo, “si faccia il tempo pieno nelle scuole primarie, con l’orario prolungato ed il rispettivo servizio mensa di competenza […]

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: