regione sicilia Archive

  • Palermo 6 maggio – “Buone notizie per la viabilità nel corleonese, è stata finanziata per un importo di 1,5 milioni di euro, la riprogettazione dell’intervento di ammodernamento della SS. 118 Corleonese-Agrigentina, progetto inserito nella programmazione triennale di opere pubbliche 2018-2020 dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture in collaborazione con l’Anas”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo membro della commissione parlamentare per le questioni regionali. “Finalmente – continua – dopo una serie di vicissitudini causate dalla bocciatura della Vas del vecchio progetto per il forte impatto ambientare sul tratto Marineo-Ficuzza, gli ingegneri lavoreranno ad un nuovo progetto di ammodernamento del tratto di strada che collega Bolognetta con Corleone. L’importo dell’intero intervento ammonterebbe a circa 130 milioni di euro. “Confermato – aggiunge – anche il finanziamento con fondi Cipe, del progetto della nuova strada che collegherà Palermo con Bolognetta, fungendo da asse di collegamento tra la SS 121 e l’autostrada PA-CT”. “Gli accordi di programma quadro – conclude – prevedono infine una serie di interventi di riqualificazione e di riprogettazione delle strade provinciali, anche secondarie.” Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Viabilità nel corleonese, finanziata la riprogettazione della strada SS. 118 tra Bolognetta e Corleone”

    Palermo 6 maggio – “Buone notizie per la viabilità nel corleonese, è stata finanziata per un importo di 1,5 milioni di euro, la riprogettazione dell’intervento di ammodernamento della SS. 118 Corleonese-Agrigentina, progetto inserito nella programmazione triennale di opere pubbliche 2018-2020 dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture in collaborazione con l’Anas”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo membro della commissione parlamentare per le questioni regionali. “Finalmente – continua – dopo una serie di vicissitudini causate dalla bocciatura della Vas del vecchio progetto per il forte impatto ambientare sul tratto Marineo-Ficuzza, gli ingegneri lavoreranno ad un nuovo progetto di ammodernamento del tratto di strada che collega Bolognetta con Corleone. L’importo dell’intero intervento ammonterebbe a circa 130 milioni di euro. “Confermato – aggiunge – anche il finanziamento con fondi Cipe, del progetto della nuova strada che collegherà Palermo con Bolognetta, fungendo da asse di collegamento tra la SS 121 e l’autostrada PA-CT”. “Gli accordi di programma quadro – conclude – prevedono infine una serie di interventi di riqualificazione e di riprogettazione delle strade provinciali, anche secondarie.” Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • Roma, 28 FEB – “Siamo scesi in piazza e abbiamo ascoltato le istanze dei manifestanti per capire quali siano le loro richieste e come il Governo possa intervenire per aiutarli”. Lo dicono i deputati dem Magda Culotta e Franco Ribaudo, dopo avere incontrato una delegazione di pescatori dell’Associazione Marinerie d’Italia e d’Europa, in sciopero da questa mattina davanti Palazzo Montecitorio. Le marinerie manifestano contro l’attuale inasprimento delle sanzioni sulla pesca da parte dell’Unione Europa, in particolare per quanto riguarda le penali relative allo sbarco e messa in commercio del pescato sotto la taglia minima.  “Abbiamo cercato di stemperare gli animi – continuano i due deputati – facendoci promotori di dare ascolto alle loro richieste nella Commissione di riferimento. Siamo consapevoli – proseguono Culotta e Ribaudo – che l’applicazione dell’art.39 della recente Legge sulla pesca, la 154/2016, penalizza un intero comparto”.  “Per tutelare i piccoli pescatori autonomi – concludono – occorre approvare il nuovo disegno di legge, che prevede la netta distinzione tra i pescatori artigianali che operano nella pesca costiera e la filiera di pesca, garantendo loro delle quote di […]

    Pesca, Ribaudo e Culotta (Pd): in piazza con pescatori per ascoltare loro richieste

    Roma, 28 FEB – “Siamo scesi in piazza e abbiamo ascoltato le istanze dei manifestanti per capire quali siano le loro richieste e come il Governo possa intervenire per aiutarli”. Lo dicono i deputati dem Magda Culotta e Franco Ribaudo, dopo avere incontrato una delegazione di pescatori dell’Associazione Marinerie d’Italia e d’Europa, in sciopero da questa mattina davanti Palazzo Montecitorio. Le marinerie manifestano contro l’attuale inasprimento delle sanzioni sulla pesca da parte dell’Unione Europa, in particolare per quanto riguarda le penali relative allo sbarco e messa in commercio del pescato sotto la taglia minima.  “Abbiamo cercato di stemperare gli animi – continuano i due deputati – facendoci promotori di dare ascolto alle loro richieste nella Commissione di riferimento. Siamo consapevoli – proseguono Culotta e Ribaudo – che l’applicazione dell’art.39 della recente Legge sulla pesca, la 154/2016, penalizza un intero comparto”.  “Per tutelare i piccoli pescatori autonomi – concludono – occorre approvare il nuovo disegno di legge, che prevede la netta distinzione tra i pescatori artigianali che operano nella pesca costiera e la filiera di pesca, garantendo loro delle quote di […]

    Continue Reading...

  • Palermo 11 dicembre – “Occorre fare chiarezza ed accertare le cause che hanno portato al cedimento di un intero costone roccioso nella cava di contrada Roccabianca, nel territorio dei comuni di Marineo e Misilmeri, causando l’evacuazione di alcune abitazioni e delle attività commerciali i cui capannoni rischiano adesso di essere letteralmente travolti”.  Lo scrive in una nota il deputato marinese del Pd Franco Ribaudo. “Nelle prossime ore – aggiunge – depositerò un’interrogazione parlamentare per chiedere, al Ministro dell’Ambiente e al Ministro dell’Interno, i motivi di tale disastro e verificare se le istituzioni territoriali competenti hanno svolto tutte le attività di vigilanza necessarie per impedire quanto accaduto”. “Chiederemo al Ministro – conclude – quali iniziative intende assumere volte a tutelare l’incolumità pubblica, nonché la salvaguardia del territorio e dell’ambiente, e se lo ritiene opportuno, intervenire anche in via sostitutiva”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Interrogazione parlamentare per fare chiarezza sul cedimento nella cava di Roccabianca”

    Palermo 11 dicembre – “Occorre fare chiarezza ed accertare le cause che hanno portato al cedimento di un intero costone roccioso nella cava di contrada Roccabianca, nel territorio dei comuni di Marineo e Misilmeri, causando l’evacuazione di alcune abitazioni e delle attività commerciali i cui capannoni rischiano adesso di essere letteralmente travolti”.  Lo scrive in una nota il deputato marinese del Pd Franco Ribaudo. “Nelle prossime ore – aggiunge – depositerò un’interrogazione parlamentare per chiedere, al Ministro dell’Ambiente e al Ministro dell’Interno, i motivi di tale disastro e verificare se le istituzioni territoriali competenti hanno svolto tutte le attività di vigilanza necessarie per impedire quanto accaduto”. “Chiederemo al Ministro – conclude – quali iniziative intende assumere volte a tutelare l’incolumità pubblica, nonché la salvaguardia del territorio e dell’ambiente, e se lo ritiene opportuno, intervenire anche in via sostitutiva”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • Roma 17 novembre – Il servizio di riscossione delle imposte in Sicilia sopravviverà alla soppressione di Equitalia. Il governo ha infatti accolto un ordine del giorno presentato dai deputati del Pd Franco Ribaudo e Magda Culotta che lo impegna “ad attivare immediatamente tutte le procedure necessarie, attraverso accordi con la regione Sicilia, previa conferenza Stato Regioni, che assicurino la continuità e l’unitarietà del servizio di riscossione nel territorio siciliano”. “L’obiettivo del tavolo di confronto – sottolineano Ribaudo e Culotta – “è di avere una unità di riscossione in tutta Italia, in modo che costituenda Agenzia possa incorporare Riscossione Sicilia”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo e Culotta (Pd): “Imposte, governo accoglie ordine del giorno, assicurata la riscossione in Sicilia”

    Roma 17 novembre – Il servizio di riscossione delle imposte in Sicilia sopravviverà alla soppressione di Equitalia. Il governo ha infatti accolto un ordine del giorno presentato dai deputati del Pd Franco Ribaudo e Magda Culotta che lo impegna “ad attivare immediatamente tutte le procedure necessarie, attraverso accordi con la regione Sicilia, previa conferenza Stato Regioni, che assicurino la continuità e l’unitarietà del servizio di riscossione nel territorio siciliano”. “L’obiettivo del tavolo di confronto – sottolineano Ribaudo e Culotta – “è di avere una unità di riscossione in tutta Italia, in modo che costituenda Agenzia possa incorporare Riscossione Sicilia”. Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • Roma 10 agosto – “E’ realmente possibile risolvere la questione degli insegnati siciliani ‘deportati’ al nord per  lavorare nelle scuole. Basta semplicemente volerlo”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo, membro della commissione parlamentare per le questioni regionali.  “Il governo – continua – se vuole può risolvere il problema  dei docenti che in questi giorni hanno protestato nelle piazze del meridione d’Italia perché devono trasferirsi fuori dalla propria regione di provenienza”. Ribaudo propone una “ soluzione in tre passaggi”, che sono: “Venga attuata – spiega – entro l’anno, prima che scadano i 18 mesi, la delega prevista nella legge 107/2015 sul percorso formativo 0-6 anni. Ciò porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro, in un territorio penalizzato come il nostro dove ancora mancano gli asili nido”- poi, “il tempo scuola sia adeguato al resto d’Italia dove si raggiungono almeno 30 ore settimanali, in passato era stato diminuito dalla Gelmini per le regioni del sud”. Infine, conclude Ribaudo, “si faccia il tempo pieno nelle scuole primarie, con l’orario prolungato ed il rispettivo servizio mensa di competenza […]

    Scuola: Ribaudo (Pd) insegnati deportati? Ecco la soluzione

    Roma 10 agosto – “E’ realmente possibile risolvere la questione degli insegnati siciliani ‘deportati’ al nord per  lavorare nelle scuole. Basta semplicemente volerlo”. Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo, membro della commissione parlamentare per le questioni regionali.  “Il governo – continua – se vuole può risolvere il problema  dei docenti che in questi giorni hanno protestato nelle piazze del meridione d’Italia perché devono trasferirsi fuori dalla propria regione di provenienza”. Ribaudo propone una “ soluzione in tre passaggi”, che sono: “Venga attuata – spiega – entro l’anno, prima che scadano i 18 mesi, la delega prevista nella legge 107/2015 sul percorso formativo 0-6 anni. Ciò porterebbe alla creazione di nuovi posti di lavoro, in un territorio penalizzato come il nostro dove ancora mancano gli asili nido”- poi, “il tempo scuola sia adeguato al resto d’Italia dove si raggiungono almeno 30 ore settimanali, in passato era stato diminuito dalla Gelmini per le regioni del sud”. Infine, conclude Ribaudo, “si faccia il tempo pieno nelle scuole primarie, con l’orario prolungato ed il rispettivo servizio mensa di competenza […]

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: