riforme Archive

  • DECRETO FISCALE Misure concrete a sostegno della ripresa Approvato in via definitiva il decreto fiscale 2018. Il provvedimento prevede interventi per le famiglie, i professionisti, le imprese, i trasporti e i territori. Fra le principali novità la fine del pagamento delle bollette per la telefonia e le pay tv a 28 giorni, l’introduzione dell’equo compenso per i professionisti e 500 milioni al Fondo per le PMI. TEMI DELLA SETTIMANA RITO ABBREVIATO Riforma di buon senso dalla parte delle vittime I reati più gravi ed efferati come le stragi, gli omicidi aggravati o in conseguenza di altri reati, quali lo  stalking o la violenza sessuale, non potranno più essere giudicati con un rito abbreviato, che dà la possibilità al condannato di accedere a un forte sconto di pena. Il testo passa ora all’esame del Senato. -  QUESTION TIME   CULTURA La riforma del cinema Dopo un’attesa di oltre cinquant’anni, lo scorso 22 novembre il Consiglio dei Ministri ha approvato i tre decreti legislativi sulla ‘Disciplina del cinema e dell’audiovisivo’. Il ministro Dario Franceschini ha illustrato i primi risultati, anche sulla base delle segnalazioni […]

    Crescono economia, diritti e tutele. Eletter deputati Pd

    DECRETO FISCALE Misure concrete a sostegno della ripresa Approvato in via definitiva il decreto fiscale 2018. Il provvedimento prevede interventi per le famiglie, i professionisti, le imprese, i trasporti e i territori. Fra le principali novità la fine del pagamento delle bollette per la telefonia e le pay tv a 28 giorni, l’introduzione dell’equo compenso per i professionisti e 500 milioni al Fondo per le PMI. TEMI DELLA SETTIMANA RITO ABBREVIATO Riforma di buon senso dalla parte delle vittime I reati più gravi ed efferati come le stragi, gli omicidi aggravati o in conseguenza di altri reati, quali lo  stalking o la violenza sessuale, non potranno più essere giudicati con un rito abbreviato, che dà la possibilità al condannato di accedere a un forte sconto di pena. Il testo passa ora all’esame del Senato. -  QUESTION TIME   CULTURA La riforma del cinema Dopo un’attesa di oltre cinquant’anni, lo scorso 22 novembre il Consiglio dei Ministri ha approvato i tre decreti legislativi sulla ‘Disciplina del cinema e dell’audiovisivo’. Il ministro Dario Franceschini ha illustrato i primi risultati, anche sulla base delle segnalazioni […]

    Continue Reading...

  • Roma 26 luglio – “Approvata la proposta di legge sulle pensioni dei parlamentari e sull’abolizione dei vitalizi”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo firmatario della proposta di legge Richetti. “Ricordo – precisa – che dal 2012 i vitalizi sono stati aboliti per il futuro (chi come me è alla sua prima legislatura non percepirà alcun vitalizio), ora con questo provvedimento si introduce il metodo pensionistico contributivo per coloro che già lo percepiscono, in maniera retroattiva. Credo che il dibattito in aula in questi giorni sia stato di livello e invito chi voglia approfondire a riguardare gli interventi; ritengo che l’indipendenza del parlamentare nel suo ruolo di legislatore, uno dei tre poteri dello Stato, debba essere salvaguardata e la polemica volgare del m5s rischia di svuotare di senso quello che la nostra funzione rappresenta”. “Pur non condividendo alcuni punti – conclude Ribaudo – avrei infatti preferito che si mettesse un tetto e il divieto di cumulo e nutrendo alcuni dubbi di costituzionalità, è necessario che alcuni segnali vadano dati e non si contribuisca ad ingrassare la bestia […]

    Ribaudo (Pd): “Abolizione dei vitalizi un passo importante, ma alla politichicchia urlata e denigratoria del m5s, io non ci sto”

    Roma 26 luglio – “Approvata la proposta di legge sulle pensioni dei parlamentari e sull’abolizione dei vitalizi”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo firmatario della proposta di legge Richetti. “Ricordo – precisa – che dal 2012 i vitalizi sono stati aboliti per il futuro (chi come me è alla sua prima legislatura non percepirà alcun vitalizio), ora con questo provvedimento si introduce il metodo pensionistico contributivo per coloro che già lo percepiscono, in maniera retroattiva. Credo che il dibattito in aula in questi giorni sia stato di livello e invito chi voglia approfondire a riguardare gli interventi; ritengo che l’indipendenza del parlamentare nel suo ruolo di legislatore, uno dei tre poteri dello Stato, debba essere salvaguardata e la polemica volgare del m5s rischia di svuotare di senso quello che la nostra funzione rappresenta”. “Pur non condividendo alcuni punti – conclude Ribaudo – avrei infatti preferito che si mettesse un tetto e il divieto di cumulo e nutrendo alcuni dubbi di costituzionalità, è necessario che alcuni segnali vadano dati e non si contribuisca ad ingrassare la bestia […]

    Continue Reading...

  • Palermo 29 aprile – “L’impugnativa del Governo nazionale sulla disciplina delle Città metropolitane,  non può essere un alibi per bloccare i trasferimenti. Si faccia pure il ricorso alla Consulta, nella consapevolezza che la scelta dell’Assemblea Regionale Siciliana va rispettata, così come stabilito dal principio di autonomia previsto dal nostro Statuto.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo membro della commissione speciale per le questioni regionali. “La legge infatti non è stata stravolta. – continua – Attraverso il voto ponderato, il valore di ogni voto espresso dal sindaco di un comune dell’area metropolitana è proporzionale alla cittadinanza rappresentata.” “Ci troviamo oggi – conclude – di fronte ad un vero e proprio cavillo tecnico voluto dal Governo nazionale per non traferire le risorse spettanti alla Sicilia e giocare sul futuro dei lavoratori e delle loro famiglie.” Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Ribaudo (Pd): “Impugnativa non può essere un alibi per bloccare i trasferimenti, a che gioco giochiamo?”

    Palermo 29 aprile – “L’impugnativa del Governo nazionale sulla disciplina delle Città metropolitane,  non può essere un alibi per bloccare i trasferimenti. Si faccia pure il ricorso alla Consulta, nella consapevolezza che la scelta dell’Assemblea Regionale Siciliana va rispettata, così come stabilito dal principio di autonomia previsto dal nostro Statuto.” Lo scrive in una nota il deputato siciliano del Pd Franco Ribaudo membro della commissione speciale per le questioni regionali. “La legge infatti non è stata stravolta. – continua – Attraverso il voto ponderato, il valore di ogni voto espresso dal sindaco di un comune dell’area metropolitana è proporzionale alla cittadinanza rappresentata.” “Ci troviamo oggi – conclude – di fronte ad un vero e proprio cavillo tecnico voluto dal Governo nazionale per non traferire le risorse spettanti alla Sicilia e giocare sul futuro dei lavoratori e delle loro famiglie.” Mi piace:Mi piace Caricamento...

    Continue Reading...

  • Roma 25 febbraio – “Approvato anche dal Senato il Milleproroghe, l’equipollenza dei titoli Afam è legge. Così come stabilito nell’emendamento 1.78 all’art. 1  viene prorogato al 31 dicembre 2017 il termine ultimo dell’equipollenza dei diplomi accademici rilasciati dai conservatori e dalle accademie”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo primo firmatario dell’emendamento presentato nelle scorse settimane alla Camera dei Deputati. “Finalmente possiamo dire – continua –  di averla spuntata, dopo anni di battaglie parlamentari, ricordo infatti che sono stati prodotti diversi atti: interrogazioni, risoluzioni ed emendamenti. Grazie al sostegno dei colleghi del Partito Democratico Censore, Culotta,  Iacono, Speranza, Tentori e  Ventricelli che hanno sposato questa causa per eliminare ogni discriminazione di trattamento per gli studenti dei conservatori e delle accademie che hanno frequentato i corsi di vecchio ordinamento. E’ nostra intenzione eliminare ogni forma di disparità temporale, facendo salvo il corso di studi e non la data del conseguimento del diploma. Ricordo infatti che in occasione della discussione dell’interrogazione il sottosegretario Donchia rispondendo e ha ammesso le disparità evidenziate rinviando la risoluzione della problematica in sede di riforma del […]

    Ribaudo (Pd): “Equipollenza titoli Afam è legge, approvato anche dal Senato il Milleproroghe”

    Roma 25 febbraio – “Approvato anche dal Senato il Milleproroghe, l’equipollenza dei titoli Afam è legge. Così come stabilito nell’emendamento 1.78 all’art. 1  viene prorogato al 31 dicembre 2017 il termine ultimo dell’equipollenza dei diplomi accademici rilasciati dai conservatori e dalle accademie”. Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo primo firmatario dell’emendamento presentato nelle scorse settimane alla Camera dei Deputati. “Finalmente possiamo dire – continua –  di averla spuntata, dopo anni di battaglie parlamentari, ricordo infatti che sono stati prodotti diversi atti: interrogazioni, risoluzioni ed emendamenti. Grazie al sostegno dei colleghi del Partito Democratico Censore, Culotta,  Iacono, Speranza, Tentori e  Ventricelli che hanno sposato questa causa per eliminare ogni discriminazione di trattamento per gli studenti dei conservatori e delle accademie che hanno frequentato i corsi di vecchio ordinamento. E’ nostra intenzione eliminare ogni forma di disparità temporale, facendo salvo il corso di studi e non la data del conseguimento del diploma. Ricordo infatti che in occasione della discussione dell’interrogazione il sottosegretario Donchia rispondendo e ha ammesso le disparità evidenziate rinviando la risoluzione della problematica in sede di riforma del […]

    Continue Reading...

  • da deputatipd.it Dopo di noi Primo sì a una legge attesa da migliaia di persone La Camera ha approvato in prima lettura la proposta di legge sul Dopo di noi per assicurare un futuro alle persone con disabilità anche dopo la scomparsa di coloro che se ne prendevano cura. La legge viene incontro al desiderio dei genitori di assicurare al proprio figlio tutte le cure e l’assistenza di cui necessita e di veder garantito quel progetto di vita costruito negli anni. Il provvedimento affronta le questioni riguardanti la disabilità in modo organico. Innanzitutto mette fine all’insopportabile distinzione per categorie in vigore fino a ora; punta a favorire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità, e lo fa con una strategia che ne abbraccia i diversi aspetti problematici. Davvero molte perplessità ha destato dunque il voto contrario del Movimento 5 Stelle. Speciale   I TEMI DELLA SETTIMANA Democrazia paritaria L’equilibrio di genere nei consigli regionali è legge La democrazia paritaria fa un altro, fondamentale, passo avanti. L’equilibrio di genere viene esteso anche ai consigli regionali. Con il voto finale […]

    Dopo di noi, democrazia paritaria, olimpiadi, concorsi e gli altri temi della settimana

    da deputatipd.it Dopo di noi Primo sì a una legge attesa da migliaia di persone La Camera ha approvato in prima lettura la proposta di legge sul Dopo di noi per assicurare un futuro alle persone con disabilità anche dopo la scomparsa di coloro che se ne prendevano cura. La legge viene incontro al desiderio dei genitori di assicurare al proprio figlio tutte le cure e l’assistenza di cui necessita e di veder garantito quel progetto di vita costruito negli anni. Il provvedimento affronta le questioni riguardanti la disabilità in modo organico. Innanzitutto mette fine all’insopportabile distinzione per categorie in vigore fino a ora; punta a favorire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità, e lo fa con una strategia che ne abbraccia i diversi aspetti problematici. Davvero molte perplessità ha destato dunque il voto contrario del Movimento 5 Stelle. Speciale   I TEMI DELLA SETTIMANA Democrazia paritaria L’equilibrio di genere nei consigli regionali è legge La democrazia paritaria fa un altro, fondamentale, passo avanti. L’equilibrio di genere viene esteso anche ai consigli regionali. Con il voto finale […]

    Continue Reading...

Close
Segui l'On. Franco Ribaudo
Parlamentare del Partito Democratico
rimani aggiornato attraverso i social network
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: